• Biografia
  • libri
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > libri > Il culo e lo stivale
    01
    mag.
    2012

    Il culo e lo stivale

    Condividi su:   Stampa
    cop_ilculoelostivale

    Chiarelettere, Reverse
    pagine 176
    euro 12,00

    “Questo libro di Oliviero Beha è uno di quelli che lasciano il segno. Con la freddezza di un chirurgo, fa un’analisi caustica e spietata, prendendo di mira i paradigmi della cultura  contemporanea: la politica, la televisione (e la Rai), la pubblicità.”
    Franco Battiato

    Un titolo provocatorio, ma neppure troppo. Non si tratta solo di una metafora. Il culo è ovunque, nel linguaggio e nella cronaca. Perché, quando e come l’Italia è precipitata nel “cul de sac di un presente e di un futuro tanto nebulosi e atterrenti”? Partendo da una domanda tale da far tremare i polsi a più generazioni, l’autore cerca risposte indietro nel tempo, dal secondo dopoguerra in poi. Il fine è quello di approntare un “manuale di deberlusconizzazione” che riguardi un po’ tutti, compresi i sedicenti avversari del Caimano e quella porzione ampia di italiani che gli ha votato contro “comportandosi come lui”. La falla colossale sembra oggi solo economica, ma il buco è culturale e va oltre il presente, nel “paese dei leccaculo”. Per uscire da quella che Beha definisce una “pace incivile”, c’è bisogno di una nuova responsabilizzazione, per “tornare avanti”, e costruire il “partito che non c’è”.

    “Le persone non sono ridicole se non quando vogliono parere o essere ciò che non sono.” Giacomo Leopardi

    ***********************
    Oliviero Beha
    è noto al grande pubblico che lo segue da anni sulla carta stampata, in televisione e alla radio. Attualmente conduce il settimanale di attualità “Brontolo” su Rai3 ed è editorialista de “il Fatto Quotidiano”. Tra i suoi libri più recenti, per Chiarelettere: Italiopoli, I nuovi mostri, Dopo di lui il Diluvio. È anche autore del romanzo Eros Terminal (Garzanti), di testi teatrali e volumi di poesie.

     

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    Alfredo Ercole .
    16/11/2013 alle 20:37
    Ho letto tutti i libri -saggistica- di Beha questo mi manca ma lo acquisterò appena butteranno fuori dal Senato il crooner che ha studiato alla <sorbona (cos1 ho un bel pò di tempo per risparmiare la somma necessaria). Conoscendo le tematiche di Beha, mi immagino che, come un maglio, continuerà a battere sulla deriva culturale del nostro Paese dove ormai vige solo il Karhaoke, politico, culturale, artistico e finanche civico. Quindi si spiega come una risorsa intellettuale come Bhea, faccia fatica a trovare spazio nella roboantemente detta: "La più grande industria culturale Italiana" (che tutto il mondo ci invidia no eh). Io comunque sto convintamente con Oliviero, che ringrazio per quello che riesce a fare, tenendo accesa la fiammella guida di un paese che dovrebbe aprire gli occhi e riprendersi, ma che invece continua a scivolare su una china sempre più ripida. Teniamo duro.
    Franco - L'Aquila .
    25/11/2012 alle 21:03
    Battiato ha presentato il libro parlando di precisione chirurgica. Io aggiungo che Beha ha effettuato una autopsia sul "cadavere" Italia, dalla quale emergono le cause del decesso e le tracce lasciate dagli assassini. Ed emerge anche che dentro a questo ammasso in rovina c'è un esercito di parassiti che prosperano nel lerciume ed un altro esercito di ignari o indolenti che vivono in questa sorta di "morto che cammina". Per questo la "salma" sembra muoversi. Non voglio essere pessimista ma speranze che la situazione migliori non ne vedo. E anche l'autore, alla fine, piu' che una speranza sembra credere solo ad un sogno. Libro di una crudezza cristallina, scritto senza cercare di addolcire la pillola. Altrimenti non sarebbe di Beha.
    cesar .
    20/05/2012 alle 15:46
    l'orrore literario dei nostri dì: le parole del autore. c'è un detto che dice +ò- : se parli capiranno che eri tonto come sembravi, meglio zitti. probabilmente ,oggi, con continue parole al vento di Hemingway o Salgari capiremo i loro limiti e anche la loro stupidita' della quale siamo tutti provisti. questo autore del " culo e...." sembra un "personaggio in cerca di ...." un punto dove farsi notare . il calcio, l'attualita , la politica... chissa dovrebbe riflettere che, la nostra idea legendaria di Gary Cooper e perche nn si ha fatto vedere ad ogni ora come lo stupido di G.Clooney , che cerca di venderci come propri i personaggi da lui impersonati.
    thomas .
    18/05/2012 alle 11:15
    Ora che ho visto la presentazione del libro ancor più mi convinco che ciò che ti ho scritto per mail sia vero e in antitesi con il tuo libero pensiero. Domani verrò alla presentazione che farai nel mio paese, Sezze, ma eviterò di porti domande perchè inevitabilmente nascerebbe uno scontro con i politicanti di turno che staranno lì ad accoglierti ad ossequiarti senza manco sapere che cosa hai fatto e coma la pensi, altrimenti non ci sarebbe Giorgi ad accoglierti. Saluti

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook