• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > rubriche > Indietro Savoia > Bagnasco, berlusconi e le “nemiche” della ...
    27
    mar.
    2010

    Bagnasco, berlusconi e le “nemiche” della vita

    Condividi su:   Stampa

    Sono qui, a cinque giorni da un semplice voto reso poltiglioso dal pasticcio delle liste e dall’ingorgo istituzionale susseguente, in mezzo al guado del Tevere. E guardo un po’ di là e un po’ di qua. Di qua vedo Berlusconi che fa giurare canoramente a Piazza San Giovanni i suoi ministri e i suoi candidati come se stessero mettendo la mano sulla Bibbia. Di là vedo il Cardinal Angelo Bagnasco, stimatissimo e riveritissimo Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, che fa un discorso assai condivisibile sul rispetto per la vita degli immigrati che credo tutti dovrebbero ascoltare. Che si siano scambiati i ruoli, o sono io che sto confondendo le direzioni del mio sguardo? Di qua poi vedo Berlusconi che scrive al Papa per congratularsi della lettera inviata da Sua Santità al clero irlandese circa la nerissima vicenda della pedofilia. Non ha scritto a quello tedesco, né in passato a quello americano. E invece a quello irlandese sì. Bene, benissimo la lettera, sia di Benedetto XVI che di Silvio III. Anche se metterei la firma sul fatto che nel primo caso parte della Chiesa predicasse meno e razzolasse meglio. Anche se il comportamento di Berlusconi a detta di tutta la stampa mondiale e della sua ex moglie non è da portare proprio ad esempio, se la morale è la morale. Ma succede, non è vero? E il cosiddetto “moralismo” è ormai una colpa peggiore della pedofilia…

    E di là vedo ancora che una parte importante del monito di Bagnasco riguarda il “rispetto della vita” e finisce con puntare l’indice accusatorio contro Emma Bonino, candidata nel Lazio, e la Bresso, candidata in Piemonte. Sono loro le “nemiche” della vita perché difendono una legge dello stato che legalizza l’aborto da più di trent’anni. Lo dice proprio, il cardinale, e manca solo che si lanci in un “Vota Antonio, vota Antonio” di totoesca memoria.

    Sembrerebbe un’intrusione nella campagna elettorale di un altro Paese se la Città del Vaticano è differente dall’Italia. La Costituzione e la sequenza di leggi e patti tra i due paesi dovrebbe far testo. Quindi istituzionalmente la cosa non dovrebbe aver luogo. Ma va a favore di Berlusconi, e in contemporanea lui scrive la lettera di consenso al Pontefice. Mah…
     
    Dal mio umidissimo guado del Tevere, i panni bagnati di storia e di politica tra le due sponde, mi permetto umilmente soltanto di riepilogare il punto: caro Bagnasco, nessuno è a favore dell’aborto. Nessuno, che io sappia, che io abbia conosciuto direttamente o indirettamente nella mia vita. Nessuna donna, nessun uomo coinvolto da quest’ipotesi. Mentre ahinoi i mascalzoni della pedofilia ci sono eccome, e li avete segnalati anche se purtroppo in grave ritardo e soltanto in minima parte proprio voi, e meritoriamente (cfr. Berlusconi).
    L’aborto è una tragedia e insieme un dramma. Ma come Lei sa benissimo, in discussione qui non c’è l’aborto bensì la sua legalizzazione. L’autonomia decisionale di una donna, con tutto il peso di quest’enorme responsabilità. Il fatto che possa farlo legalmente invece che sprofondare nel medesimo aborto ma oscuro, illegale, reso ancora più atroce dal buio invece che dalla luce di una legge. Che non ti obbliga ad abortire, come tutti ben sappiamo e ci mancherebbe altro. Ti permette di farlo e lo faresti lo stesso in condizioni assai peggiori per tutti.
    L’obiezione è, nelle stesse parole del Presidente della Cei, quella del rischio di “banalizzazione” dell’aborto: la legge vista come un viatico leggero per abortire e quindi precipitare più o meno allegramente nella tragedia di cui sopra. La legge non è questo, e piuttosto l’interpretazione della legge nei comportamenti quotidiani dipende da ognuno di noi, compresi Bagnasco e Berlusconi. Non vorrà mica, spero, Eminenza, che Berlusconi faccia sul momento una legge elettoralmente propiziatoria “ad abortum impeditum”, vero? 
    di Oliviero Beha per Tiscali notizie, Indietro Savoia23 marzo 2010

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    13
    Lascia un commento
    margherirosa .
    e stasera, per la serie il “tempo è galantuomo”, ecco le chiarificative dichiarazioni del dott. Gallo a mettere tutti d’accordo, come dirèbbesi in certi casi: 1) il consulente della famiglia Claps ha tenuto a precisare che è ormai assodata e certa la violenza sessuale, riscontrata sul corpo della ragazza; 2) inoltre tenendo contro e secondo quei dati accertati da sempre, cioè che Restivo è l’ultima persona che ha incontrato la 16enne in Chiesa o nei suoi immediati paraggi e che lui è certamente stato con lei quella domenica mattina di settembre, adesso toccherà solo stabilire quando e dove l’ha (cfr.: e se l’avrebbe realmente) poi lasciata (cfr.: come lui dice; ovvero se ciò è realmente accaduto; 3) ma non è invece ancòra un dato acquisito se vi sìano tracce biologiche di Restivo sul cadavere…. E da quì, stabilita la certezza della violenza, le cose ormai prendono tutta un’altra cosidetta “piega”. Gli esami alla ricerca di tracce al terzo piano non sono comunque finiti e si cercheranno altri riscontri importanti ai fìni della comprensione, e ricostruzione, esatta dei movimenti, di almeno questi due giovani quella mattina.
    margherirosa .
    a Modena, per affrontare al meglio ed in maniera ecologico-drastica l’emergenza “zanzare-tigre” è stato scelto di impiantare venti nidi, cosidetti “bat-box”, di pipistrelli (cfr.: non è specificato il tìpo, la specie) negli spazi di tre scuole non accessibili ai bìmbi e anche presso il Palazzo Comunale; già pipistrelli come grandi predatori di insetti: ne mangiano fìno a 100-200 a notte (cfr.: al giorno); ma unica “raccomandazione” potrebbe esser quella di non farsi poi succhiare con l’occasione anche il sangue ??? [cfr.: che battutaccia !!! ma non mi veniva altro]; a quello, a svenare, forse ci pensa già abbondantemente l’amministrazione di quella Città ? boh….
    margherirosa .
    [n.b.: per la serie “cerchiamo di capirci”, pure vànno sottolineate la serie di dichiarazioni, da parte del dott. Bruno (criminologo & volto-noto in Tivvì), rilasciate quì e là, a proposito del caso-Claps, alle varie testate regionali; 1) in sostanza lui privilegerebbe la pista “satanica”, per così dire, o, più persone comunque direttamente e da sùbito coinvolte, ed è difficile cioè che sìa stato Restivo (!!!); 2) la nostra sarebbe una “tièrra do sòl”, meridionale, e quindi terrunciella, inesorabilmente, è vero, ma anche a quanto pare molto vicina (cfr.: a che / a chi ?), e soggetta a culti esoterici e satanici; 3) il taglio di ciocche di capelli, poi la presenza del corpo, sì ben nascosto pure in un vano pressoché inaccessibile di una Chiesa, sono elementi probanti-importanti già da non sottovalutare in ottica di quella pista investigativa eventuale, (di per sé abbastanza preoccupante), prima riportata; 4) pochi, finanche abbastanza deboli (!) i riscontri da tempo addebitabili a Restivo maggior indiziato; quelle chiavi altrimenti difficilmente utilizzabili o in mano sua…, di una area poi tanto riservata…, etc… tutti elementi molto forti e importanti che non contrasterebbero, anzi, meglio spiegherebbero tutte quelle altre condizioni, altrimenti inesplicabili, che caratterizzano il caso-specifico; sì, non proprio una setta “satanica” vera e propria o quantomeno davvero organizzata in tal senso, però un gruppo ristretto potrebbe agire con le medesime modalità e fìni-obiettivi, e riuscirvi…; 6) difficile poi una azione isolata di un solo “attore”, responsabile di tutto, per così dire; comunque più persone, e sì a vario titolo co-interessate al delitto-in-quanto-tale, indipendentemente se cercato // occasionale; 7) anche se l’obiettivo di sacrificare l’anima della ragazza al diavolo, non è da escludere…; 8) strano invece il silenzio e sì l’apparente atteggiamento “gnorri” da parte di chi non avrebbe visto e non si sarebbe accorto di nulla…; 9) la sede scelta dagli esecutori denoterebbe una certa tranquillità nella impossibilità o quasi a risalire ad un locale pure così angusto / pressoché inaccessibile alle persone per così dire “comuni”… Infine indagini quantomeno approssimative; proprio pochi riscontri certi poi quanto velocemente acquisiti nella immediatezza dei fatti…; la buona fede inquirenti / difetti a jòsa (cfr.: e per molti versi imperdonabili!); piste da non lasciare-abbandonare del tutto / quindi da perseguire e seppure con tanto ritardo; eventuali negligenze gravissime da parte di terzi che hanno permesso ad un estraneo come Restivo di introdursi in una area altrimenti tanto riservata; ma, pare assodata pure l’abilità dello stesso a sottrarre chiavi e quant’altro forse per ottenere appunto ‘certi’ scopi…; i mancati provvedimenti restrittivi seri, a suo tempo, verso l’indagato…]. Tutto ciò, come lui ha detto-specificato poi, parlando “a naso”, del caso, ovvero senza conoscere in dettaglio i tanti particolari della (inquietantissimissima) vicenda. Eppure, da quanto ho letto su altre testate, pareva che il dott. Bruno, in alcuni punti e sfumature che personalmente ritengo importanti, la pensasse sì invece diversamente…!!! Ma forse mi sbaglio io ??? possibile ??? mmmhhhmmm…. E questa era una “storia”, un'interpretazione, con gli elementi certi e acquisiti, di questi ultimi giorni…; però....
    margherirosa .
    ieri sera in diretta-tv a chil’havisto Filomena Ièmma, mamma di Elisa, ha confermato che i funerali (cfr.: non appena finite-ultimati gli esami autoptici), si svolgeranno, si terranno all’aperto, e non in Chiesa; questo perché e dal momento che la figlia vi è rimasta da cadavere per ben diciassette anni circa, per questi lunghissimi anni, per tanto / troppo tempo…; e conferma inoltre pienamente tutti i dubbi e le perplessità, e quant’altro, che ancora circondano la morte della figlia in quella Chiesa, in quel tempio come lo chiama anche lei stessa e così l’arciv. Superbo; i dubbi, che appaiono sempre più “inestricabili” (?), incomprensibili strategie di ricerca, e tanto altro; ciò che già esisteva… e ciò che viene fuori in questi giorni frenetici…, e ciò che probabilmente spunterà, alla fine, (cfr.: forse, di questo autentico calvario…); da sempre, la sua personale sensazione di mamma le diceva che la figlia era in realtà vicinissima a lei, proprio in quella Chiesa, Tempio da cui non ne era più uscita ! È previsto che i funerali pòssano svolgersi tra poco più d’un paio di settimane visto che già il prof. Intròna ha tempi stretti e rigorosi per consegnare al magistrato le proprie risultanze….. Ciò che fa male, a tutti, è questa tri-quadri-e-quasi-quintuplice versione dei fatti, in mèrito alle modalità della scoperta del corpo, e ogni relativa interpretazione…; e poi i cosidetti “tentativi” mai andati a buon fine (cfr.: se così possiamo chiamarli), di far ritrovare il corpo; anzi…!; sono tutte mazzate, sì, che fanno male davvero.
    margherirosa .
    a quanto pare, chi a Roma si occupa del caso-Pasolini ha intenzione di sentire, presto, in qualità di persona informata di fatti, anche l’on. Dell’Utri….
    margherirosa .
    caso Claps: 1) pare ormai proprio accertato che il corpo sìa stato, (e precedentemente al giorno del ritrovamento !) ricoperto (cfr.: e per motivi vigliacchi, e incomprensibbbbbili) con molte di quelle tegole e anche calcinacci e altro materiale di risulta; ciò fino ad occultarlo alla vista ? piuttosto per occultarlo invece appositamente alla vista di qualche “incauto” / solerte visitatore ? sì, non c’è che dire, il cosidetto mistero-anche-solo-pseudotale s’infittisce; al tempo si stesso si dipana in maniera disgustosa, mettendo alla luce aspetti sempre più raccapriccianti…!; 2) ormai chiari anche segni di violenza riscontrati (brutale, e forse nettamente ricostruibili ?), sul corpo della ragazza; 3) pare poi che certe indagini non particolarmente comprensibili (o operazioni di sviamento), sìano state, pure espressamente definite come vere e proprie “scelte investigative” (!) [e presto, forse, faranno parte della tattica-finissima e del bagaglio del perfetto/miglior uomo-segugio ?; attenti poi, a non farcele soffiare da sotto il naso ad esempio dagli investigatori di Sua Maestà, a questo punto sarebbe poi il colmo…!!! non vi pare ? chissà…]; 4) infine proprio domani i tecnici e gli esperti della scientifica torneranno nel sottotetto per ulteriori, e forse finali-determinanti, risolutive, ricerche di tracce, e di quel cosiddetto quant’altro che fosse inaspettatamente sfuggito ai primi riscontri [che a noi profani non può / potrebbe che sfuggire (cfr.: forse) e basta o già non capire del tutto]…; 5) nel frattempo, un giornale locale riporta una notizia interessante; nel dicembre 2008, la Procura di Salerno ordinò una ispezione massiccia in alcune zone periferiche del capoluogo lucano, in cerca della ragazza; e, pare che la famiglia Restivo, in quei giorni, fece in un solo giorno ben una quindicina di telefonate (anche se non viene spiegato a chi), per poter conoscere con precisa-precisione ove sarebbero state fatte quelle indagini-ispezioni-perquisizioni…. E qui è tutto. Rigoroso quindi, quanto inevitabile e anche se già ripetitivo, il mio augurio dell’oggi: speriamo bene…; perché sì ciò che è stato fatto in passato…. [e-mail pomeridiana]
    margherirosa .
    e così, [cfr.: “ridendo e scherzando” come dirèbbesi in certi casi], il nostro Oliviero a buon titolo è stato accostato alle figure di altri grandi della letteratura, come Camilleri, Boris Pahor, Dario Fo, e De Luca, Irvine Welsh, etc… L’ottima iniziativa di Marino Sinibaldi ha avuto così un grandissimo successo, meritatissimo, e ha posto le basi, per una serie di iniziative, in continuità, per fare grandi cose, ovvero per far cultura in pratica. Alla scoperta del libro quindi; in un percorso che prevedeva vari “attori” e “protagonisti” a cimentarsi nella spiegazione e esplicazione della filiera del libro. E, le cosiddette “lectio magistralis” rappresentavano l’interesse maggiore per me; intriganti assai; poi però l’impossibilità a poter visitare la mostra e quant’altro non…, etc.., etc…; e sarà forse per una prossima volta; chissà se Chip, sempre onnipresente, ha potuto godersi un qualcosa; ehi sardo!! se ci sèi batti un colpo…! fàcci sapere. Ma ve lo immaginate, Oliviero, serio-serio, che intrattiene gli ospiti e quant’altro, e magari propone, chiede, stuzzica, provoca, e sollecita, e rilancia per poi…, e via discorrendo…? eh certo che ve lo immaginate.
    margherirosa .
    vicenda Claps: 1) un qualche titolo di prima pagina di giornali, ieri diceva già “altre analisi in quel solaio di Elisa” (!) o qualcosa di sìmile…(e meno male che tràttasi solo del sottotetto di una Chiesa e non di un còttage / piuttosto di un villìno/altro …ho pensato); comunque la ulteriore ispezione in quei locali ampi quanto difficili da raggiungere dai piani inferiori ha permesso poi di scovare in un altro vano, che è più lontano dal corpo della ragazza, un materasso armai lercio (cfr: così è definito dal bravo cronista) e una rete in metallo, ancòra una sorta di baldacchino con madonna e dei putti / angeli-alati…, come se fosse diventato nel tempo una sorta di magazzino /addirittura qualcos’altro di più “scottante” ad esempio, secondo le molto esplicite ipotesi avanzate dal cronista…; 2) invece l’arciv. Superbo, durante la Messa delle Palme, ad un certo punto ha pure preso d’infilata, per così dire, i cronisti presenti, dicendo che “Soffriamo perché la leale collaborazione, della Chiesa, non è capìta da tutti…”; 3) pare che poi, ad un certo punto, già nel luglio del 2001, per una informazione giunta-pervenuta-portata all’attenzione di un agente di polizia, pure fu fatta un’ispezione, in quella Chiesa, ma evidentemente nei posti sbagliati e senza ottenere risultati concreti (il corpo ancora una volta era proprio lì, non lontano, affatto lontano, nel piano più alto, ma nessuno l’aveva visto !!!!!; quando si dice che: a volte solo la cosiddetta “sfortuna”?? gioca davvero dei brutti scherzi-tìri); 4) sempre ieri, Gildo, fratello maggiore di Elisa, ha dichiarato giustamente che: “se fosse vero che la scoperta del corpo è avvenuta e risalirebbe in realtà già a due mesi prima, (gennaio), ciò sarebbe sì l’ultimo scempio e offesa alla memoria di chi non c’è più… e quindi gli avvenimenti del 17 marzo sembrano a questo punto sempre più una messinscena…”; (cfr.: come dargli torto ?????); “e poi lo stesso Restivo, (cfr.: che è già da sempre unico indagato principale, per una serie dei reati, poi non solo in Italia…), dovrebbe (cfr.: prendere coraggio) e tornare quì a Potenza e consegnarsi così alle forze di Polizia, alle Autorità inquirenti e spiegare tutta una serie di cose…”; (cfr.: peraltro pure da Sposìni, l’altra sera Carletto Vulpio aveva stupìto tutti-o-quasi affermando a sorpresa che lo stesso Restivo deve temere adesso fortemente per la propria vita, dal momento che lui è probabilmente a conoscenza di fatti importanti che in qualche modo riguardano altre persone… e lo stesso concetto poi è stato riproposto ieri con altrettanta forza e convinzione dall’ex-pm di Milano (“mani pulite”) D’Ambrosio, on. del Pd…. E per ciò, in chiusura, cosa dire in fondo, di tutti questi fattacci, se non un rigoroso speriamo bene… (cfr.: una volta dicèvasi che il coraggio appartiene agli uomini veri)
    margherirosa .
    così il Cisf dopo una indagine basata su 4000 interviste [cfr.: a altrettante famiglie ?] risulta che in Italia i figli costano di più che in altri Paesi d’Europa, con 317€ al mese che sono pari a 3800 circa all’anno ovvero il 35% della spesa familiare totale (più d’un terzo della spesa quindi); poi la stessa spesa sociale a favore delle famiglie e dei bambini, in quanto soggetti deboli, e a rischio, è in Italia solo dell’1,1% del famoso Pil…(!) contro il 2,5% della Francia, addirittura il 3,2% della Germania. Da ciò se ne deduce che occorrerebbe un nuova e importante inversione di tendenza e vera sterzata per il wel-fare nazionale, in particolare appunto per i giovai e i figli…; e, da parte sua, l’Istat rileva che non tutte le famiglie riescono a garantire il mantenimento di uno standard di vita, quantomeno, ritenuto-classificabile come accettabile, con un serio rischio quindi di cosidetta povertà assoluta !! Rimane il sospetto di una spesa sociale mal distribuita, magari, e quindi inefficiente e con sprechi, (mal indirizzata), oltre che sostanzialmente insufficiente; ciò da sempre e per motivi che sì possiamo definire "culturali"... (!) …...
    margherirosa .
    indiet®o Savoia…? Sembra che il filiberto, (cfr.: e già “filibustière” ? della situazione), sfruttando forse la cosidetta onda lunga delle note della peraltro scialba, quanto impresentabile-improponibile canzone sanremese, stià pensando (praticamente una minaccia vera e propria) di far ‘altre’ cose: 1) a parte il fatto che lui considera comunque la politica, fatta così presto, un errore, forse, una strada, e progetto ormai chiusi (?) (cfr.: caspiterìna, ma che peccato!); 2) mèdita d’andar in quel di Savoia di Lucania (cfr.: alias ? vediamo se conoscete la storia !); eppure nella lettura /completa estensione dell’articolo-intervista, ad un certo punto non si sà se è il giornalista stesso / filiberto che dice “…e c’è un paesìno della Basilicata che attende da anni, da qualche anno, una sua visita…” [e poi, già lì secondo me c’è comunque un errore non sò se solo semantico, comunque gravissimo, quasi il darsi la zappa sui piedi, da sé stesi, (cfr.: e ammesso e non-concesso che il suddetto àbbia mai avuto una certa dimestichezza, con una zappa o con una vanga, o che sàppia in un qualche modo distinguerle etc…] perché quel “sua” dell’articolo è scritto-riportato in piccolo (!), e non Sua, e cioè, in grande, come si presterebbe e quasi-obbligatoriamente ad uno di tal real-casa !!; 3) e per complicarsi ancor più la vita, e rompere gli ammennìcoli / zebedèi, a quei già poveri, (cfr.: in che senso poi ???, boh) lucani di Savoia, ove lui potrebbe (chissà) pure eventualmente far visita al cimitero, che accolgono e ove riposano le spoglie di un certo G.Passannante !; 4) ma la cosa più grave, preoccupante, è che probabilmente lui stà scrivendo-approntando addirittura un nuovo “format” di programma-Tv !!!!! Ora, se gli inglesi, simpaticamemte, dicono da sempre: “Dio sàlvi la regìna…”, invece, a noi chi ci pensa e può salvare da tali jatture… ? Ma che abbiamo fatto di male per meritarci...!!! …
    laressi .
    Sostengo il principio "libera Chiesa in libero Stato",per cui i vari cardinali farebbero bene ad astenersi dal dare consigli elettorali,soprattutto a favore di chi è molto lontano dai "valori" predicati e non rispettati nemmeno in casa loro.
    laressi .
    Sostengo il principio "libera Chiesa in libero Stato",per cui i vari cardinali farebbero bene ad astenersi dal dare consigli elettorali,soprattutto a favore di chi è molto lontano dai "valori" predicati e non rispettati nemmeno in casa loro.
    Chip En Sai .
    "L’aborto è una tragedia e insieme un dramma. Ma come Lei sa benissimo, in discussione qui non c’è l’aborto bensì la sua legalizzazione. L’autonomia decisionale di una donna, con tutto il peso di quest’enorme responsabilità."!... °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° Oliviero... al Cardinal Angelo Bagnasco bisognerebbe ormai dire qualcosa di meno ripetitivo e... forse... di più originale!... ad esempio... che non è molto difficile ormai capire come... se non ci fossero state tante gravidanze e nascite indesiderate... i casi di pedofilia sarebbero stati molto limitati e... forse... quasi inesistenti! .-|||

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook