• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > rubriche > Indietro Savoia > ‘sono un prete di strada e con la struttura eccl...
    07
    ott.
    2010

    ‘sono un prete di strada e con la struttura ecclesiale non c’entro niente’

    Condividi su:   Stampa

    Sono un prete di strada, Don Paolo, o Don Mario, ma nel prossimo futuro potrei essere anche Suor Maria, o Suor Antonietta…di strada alla brasiliana, come i “ninos de rua”, non a caso collegati al movimento della Teologia della Liberazione, di quella parte di Chiesa che non ci sta. E non ci sto io, a leggere i titoli dei giornali sulla Chiesa che non va, sulla Chiesa pedofilia, sul Papa che va a Palermo e direttamente perché lo chiede lui o qualcuno per lui, o indirettamente perché va da sé che si debba far così. Benedetto XVI, dicevo, sospende la Costituzione, fa strame della libertà di parola e di espressione e fa cancellare ogni forma di parola negativa o contraria riconducibile a Lui, Sua Santità, fino al grottesco di quel “I love Milingo” rimosso dalla vetrina di una libreria.

    Sono un prete di strada, vivo tra la gente, per la gente, con la gente e tutte le volte che si confondono la Chiesa e le sue gerarchie con noi di strada ne soffro, perché è una grande ingiustizia e un grande errore. Non sono neppure pedofilo, pensate, la mia è stata una scelta da magone interiore trasformatosi in fede, o da fede realizzatasi nel rapporto con gli altri e per gli altri. Forse per debolezza, perché non ho la forza di pensare abbastanza a me…specie in una società il cui sistema si fonda sull’egoismo da denaro e sull’individualismo di massa.
     
    Sono un prete di strada che non crede che il mondo, e l’Italia in particolare della quale sono cittadino neppure di colore…, possa e debba continuare a mischiare le responsabilità e le colpe dall’alto con i peccati e la prostrazione dal basso che mutua i cattivi esempi.
     
    Non credo allora che tutta la politica italiana esprima tutta la società italiana, non credo che il poveraccio quotidiano, sempre più poveraccio, possa essere infilato nella stessa cesta di Berlusconi, di Tremonti, di D’Alema, di Bersani, eccetera. E neppure di Veltroni, che almeno ha risparmiato la sua presenza alle sofferenze africane… Così come non credo che sia giusto che io, Don Paolo o Don Mario, io Suor Maria o Suor Antonietta, si debba essere confezionati in un’idea di Chiesa che riguarda il potere temporale, le gerarchie ecclesiastiche, il cardinal Bagnasco o il cardinal Fisichella, ossia colui il quale pensa che le bestemmie siano tali a giorni alterni e tutti i Gerarchi d’oltre Tevere.
     
    Non è davvero giusto, per me e tutti i miei fratelli e sorelle in Cristo e per strada, che nelle parrocchie cercano di lenire in terra e favorire nell’anima rispettivamente dolori e qualità dei parrocchiani. Fedeli o infedeli che siano.Quindi vi annuncio che farò, che faremo esattamente come fanno i laici, che userò internet come il Popolo Viola o il Movimento a 5 stelle di Grillo (dizione che non mi convince, ma non mi metterò a sottilizzare visti i tempi…), che come loro cercherò di organizzare manifestazioni, di riunire persone, di muoverle dal “dentro” al “fuori” per tornare “dentro”, un percorso che ogni autobus dei nostri tempi sembra aver dimenticato pur essendo per sua natura “preferenziale”.
     
    Non andrò a San Giovanni, magari, ma alla Chiesa di Tor Tre Teste che già dal nome e dal quartiere periferico che la contiene è tutto un programma. Tenterò di far capire quello che dovrebbe essere evidente e invece davvero non lo è, cioè che io prete da strada e forse quasi teologo o teologhetto della Liberazione non c’entro con la struttura ecclesiale ma casomai (è una fede, una speranza e un incentivo alla carità) con Dio e Cristo direttamente.
     
    Ho una tonaca, è vero, ma potrei togliermela in un attimo e rimanere in clergyman o in qualunque abito (piccolo) borghese. E’ “dentro” che non voglio cambiare specie ora che “fuori” succede quel che succede a tutti, che “amino Milingo” oppure no.Una prece.
     
    di Oliviero Beha per Tiscali Notizie

    http://notizie.tiscali.it/oliviero-beha/

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    piystywdri .
    10/01/2012 alle 18:55
    qZsKkG kwofmatxldci
    gppljjezuje .
    09/01/2012 alle 17:07
    v5mdtB , [url=http://rguqypofiyww.com/]rguqypofiyww[/url], [link=http://zydrcxhkecoq.com/]zydrcxhkecoq[/link], http://txkcxdmjdqpm.com/
    abamfagx .
    08/01/2012 alle 20:11
    HxkNrz qjxiyuccgxhv
    Buffee .
    08/01/2012 alle 14:04
    I feel satiisfed after reading that one.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook