• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > rubriche > Il badante > Serbi e operai
    21
    ott.
    2010

    Serbi e operai

    Condividi su:   Stampa

    Pubblicato sul Fatto Quotidiano del 20 ottobre 2010 Ancora sulla manifestazione Fiom. Non mi tornano alcuni ministri. Maroni. Intanto, il suo preavviso sui possibili incidenti che poi fortunatamente non si sono verificati. Stando ai fatti, Maroni non era per nulla preoccupato per l’ordine pubblico genovese in occasione di Italia-Serbia, martedì scorso, ed era invece allarmato per San Giovanni. Siamo a uno “score” di eccellenza. Ne discende che avendo sbagliato due volte su due, il nostro ministro degli Interni, immemore di quando faceva parte di Avanguardia Operaia (fonte Rutelli), deve rivedere un po’ tutto. A meno che se ha sbagliato la prima volta “per colpa dei serbi” almeno nella prevenzione, ha invece ottenuto un risultato politico importante nel secondo caso. Una popolazione che legge di possibili incidenti può decidere di stare a casa per non rischiare, ed è già un bel risultato politico.

    Se avesse agito senza diramare la preoccupazione sarebbe stato meglio o peggio? E da che punto di vista? Sacconi. L’altro ministro è stato duramente rimbeccato da Epifani perché avrebbe evocato il morto in una sintonia paramaroniana. Sacconi ha chiarito che si riferiva agli incidenti Cisl, petardo a Bonanni in primis e che quindi la cosa grave era la strumentalizzazione sbagliata di Epifani. Poteva esser più chiaro, Sacconi e non ingenerare equivoci. Ma il punto è che continuare a evocare il morto sembra convenire a qualcuno e sconvenire a qualche altro: e basta leggere la scacchiera per capire l’identità dei giocatori. Ma più di loro, delle contraddizioni della sinistra con “vengo/non vengo”, o “aderisco ma a distanza” come per le adozioni e dello spappolamento della destra entrambe sedicenti, qui mi interessa la Piazza. Che è la vera protagonista dell’attuale stagione. Non l’agorà televisiva in cui si dibatte a freddo (il caldo è per qualcuno che urla di più), ma la piazza reale, quella dei corpi, delle teste, dei colori, degli slogan. Chi ha paura della piazza, chi vuole delegittimarla, chi preferisce restringerla virtualmente in uno studio o in un luogo chiuso, recintato, deputato? Chi ha il potere, ovviamente, chi teme le proteste, che sia al governo, all’opposizione, all’opposizione del governo o al governo dell’opposizione. Con questa lettura ce n’è per tutti. Pensare che sia Palazzo che Piazza sono luoghi sempiterni della nostra storia e se c’è solo uno dei due ferodi la batteria socio-economica e politico-culturale non carica nulla. Ma mentre con il Palazzo hanno tutti consuetudine, con la Piazza sono in pochi. Tra questi Nichi Vendola, pare il più applaudito a San Giovanni. Denuncia i danni del berlusconismo a tutto tondo, come altri fanno da anni. Abbina alla Piazza la modernità. Va tutto bene. Ma forse sarebbe opportuno chiarire meglio se bolla il berlusconismo come un leaderismo colpevole che spaccia una merce, la politica aziendalistica degli ultimi 16 anni, senza cultura e senza valori. Perché anche il suo sembra un leaderismo contrapposto che non spaccia ma offre cultura e valori che dovrebbero essere i mattoni della ricostruzione. Chi avrebbe da obiettare a sinistra, con le primarie incombenti? Ma se Vendola “piazzaiolo” venisse lambito dagli scandali pugliesi degli inceneritori a sfondo Marcegaglia “palazzesca”, forse il suo “manifesto” e la piazza plaudente verrebbero di colpo abbrunati “per manifesta inattendibilità”. Forse. Nel frattempo prudenza, direi, con il Palazzo e con la Piazza…

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    105
    Lascia un commento
    Marcelino Saiz .
    20/03/2012 alle 05:40
    How does one do? siblings merely loves the gorgeous post thanks along with please proceed it
    produkt vergleich .
    20/03/2012 alle 03:32
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    quick step .
    20/03/2012 alle 03:09
    Would love to forever get updated great blog!
    sinooke katalog .
    20/03/2012 alle 01:27
    Due to this blog I changed the perspective and now understand why it is sometimes so complicated.
    iso9001 .
    19/03/2012 alle 23:36
    I have read a few of the articles on your website now, and I really like your style of blogging. I added it to my favorites blog site list and will be checking back soon. Please check out my site as well and let me know what you think.
    pit tanio .
    19/03/2012 alle 17:19
    Thank you for http://www.olivierobeha.it/rubriche/2010/10/7287: another excellent post. Where else could anybody get that style of information in such a good means of writing? I have a presentation in the future, and I am at the look for such details.
    timberland paris .
    19/03/2012 alle 16:45
    WONDERFUL Post.thanks for share..more wait .. …
    louis vuitton bags Greece .
    19/03/2012 alle 16:45
    Aw, this is a very great article. In idea I'd really like to put in writing similar to this furthermore – taking time and even real work to create a very good article… but what can I say… I procrastinate alot and certainly not seem to get something executed.
    timberland stockholm .
    19/03/2012 alle 16:45
    May I just say nice to read a alleviation to find someone who definitely understands exactly what they are talking about on the internet. You certainly can take a major issue to light and allow it to important. More people require to study this and understand it all section of the story. I can't believe you're not very popular as you positively have the gift.
    japan style sklep .
    19/03/2012 alle 14:38
    I have to voice my love for your generosity for women who must have guidance on in this area. Your real commitment to getting the solution throughout has been particularly advantageous and has in most cases helped people just like me to attain their desired goals. Your own helpful useful information indicates this much to me and extremely more to my peers. Thanks a ton; from each one of us.
    Monte Maple .
    19/03/2012 alle 13:56
    Beneficial day! I could have sworn I?¯ve been to this site prior to but soon after browsing by way of some of the post I realized it?¯s new to me. Anyways, I?¯m absolutely glad I observed it and I?¯ll be book-marking and checking back frequently!
    wózki widłowe .
    19/03/2012 alle 12:09
    Sharing some thing is superior than keeping up-to our self, thus the YouTube video that is posted here I am going to share by my family and mates.
    uovjcz .
    19/03/2012 alle 02:54
    vp2kWA , [url=http://fpbhdjyydghe.com/]fpbhdjyydghe[/url], [link=http://tbmglcjqfdpm.com/]tbmglcjqfdpm[/link], http://kfxgptmqiepl.com/
    Teodoro Panzarella .
    18/03/2012 alle 23:46
    I was able to find good advice from your blog posts.
    Krakow .
    18/03/2012 alle 19:13
    Woh I your content , saved to my bookmarks ! .
    emumnibenue .
    18/03/2012 alle 16:11
    hi this is cooo12 http://www.skanska-akademien.org/
    video czat .
    18/03/2012 alle 15:16
    Thank you for http://www.olivierobeha.it/rubriche/2010/10/7287: some other sort of excellent post. Where else could anybody get that type of information in such the ideal means of writing? I have a presentation a few weeks, and I am for the look for such details.
    Just wish to say your article is as astounding. The clearness in your post is simply excellent and i could assume you are an expert on this subject. Well with your permission allow me to grab your feed to keep up to date with forthcoming post. Thanks a million and please continue the gratifying work.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook