• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > rubriche > Indietro Savoia > Crescete & prostituitevi
    01
    feb.
    2011

    Crescete & prostituitevi

    Condividi su:   Stampa

    La prostituzione italiana tra Gioacchino Belli e Silvio Berlusconi I giornali italiani aggiungono quotidianamente a modo loro qualche tessera al mosaico di “Ruby, la nipote di Mubarak” (mentre in Egitto se la stanno vedendo brutta anche senza considerare che la Tizia sarebbe marocchina…): dico a modo loro perché secondo schieramento e “sete di verità” danno notizie, le “sparano”, le manipolano, le omettono. I giornali stranieri, a partire dai più prestigiosi e citati come il Financial Times o il New York Times, si interrogano non credo necessariamente “da sinistra” sul “come è possibile che gli italiani si tengano Berlusconi”. 

    Nel frattempo qualcuno si ricorda che nel 2005 un mio pamphlet, “emarginato” dalla Rizzoli perché parlavo anche di Montezemolo prefigurando per il Paese una “Weimar all’amatriciana”, si intitolava forse significativamente “Crescete & prostituitevi”. Sottotitolo: “In una Repubblica fondata sul denaro l’Italia di Berlusconi e di una sinistra in riparazione manda ai giovani un pessimo messaggio”. Lo so, vedendo quel che succede nel campo avverso a quello del Premier gaudente di Arcore e ad Arcore, oggi pensereste piuttosto a “ una sinistra in rottamazione”. Confesso che era una delle ipotesi già allora, insieme a “in panne” o “in folle”, ma poi prevalse gramscianamente l’ottimismo della volontà.E qualcuno, dicevo, oggi mi chiede se avessi sfere di cristallo o particolari doti divinatorie, appunto leggendo, sentendo, vedendo in tv le storie di “Sesso & potere” che le cronache ci rimandano grazie alle intercettazioni. O “per colpa delle intercettazioni” secondo quella parte di Italia che ancora dice “sono fatti suoi”, oppure “è la sua vita privata” o ancora “finché non emergono e vengono certificati a giudizio dei reati penali è solo pettegolezzo”, o ancora “ e comunque chi se ne frega, è evidente che lo vogliono far fuori così perché con il voto non ci riescono”. No, non avevo sfere di cristallo. Tenevo semplicemente gli occhi aperti, e a mio rischio e pericolo non facevo calcoli sulla convenienza o meno di un’opinione, un resoconto, un affresco di un mosaico italiano con tutte le tessere a mia conoscenza e non solo quelle di una parte (cfr. il sottotitolo di cui sopra del tascabile Bur). Voglio dire che sulla prostituzione italiana a tutto tondo, sul costume degenerato, sulla monetizzazione non solo dei corpi (leggi i “festini”) ma dei cervelli, dei comportamenti, della dignità di ognuno, anche gli altri o molti altri avevano sufficienti notizie per parlarne. Ma non lo facevano, non l’hanno fatto, lo fanno ora che non si rischia nulla.Per carità, niente di nuovo. Niente di nuovo su media e intellettuali troppo spesso a gettone o comunque di parte dall’inizio e non all’arrivo di un discorso/racconto della realtà, in funzione di una speculazione strumentale della stessa. Niente di nuovo neppure su un’opposizione che offre gli spettacoli delle primarie, strumento democratico di cui sono stati capaci in cinque anni di sfilacciare prima e rompere poi le corde. Primarie “scordate”, in tutti i sensi ormai. Un’opposizione che ha già dimenticato almeno in parte una questione tremendamente seria ed epocale come il “caso Marchionne” e molto più facilmente si accoda nel chiedere a Berlusconi di andarsene per “manifesta inadeguatezza”. “Unfit”, inadatto, inadeguato, già lo definiva l’Economist ormai tanti anni fa. Perché dunque resiste o meglio ha resistito Berlusconi in un Paese prostituito fino a questo punto? Un Paese in cui un supposto genitore di una ragazza tra le “favorite del Sultano” a un collega del “Corriere della Sera” che gli chiedeva se fosse sua figlia ha risposto significativamente “magari…!”? Le risposte sono parecchie: il degrado generalizzato, le alternative fumose, ipocrite, per qualcuno addirittura inesistenti in un “campo di Agramante” che si perde continuamente i pezzi e non sa o non vuole imparare mai le lezioni della storia. E della cronaca. Eccetera. Ma anche il Belli. Come, il Belli? Giuseppe Gioacchino, morto ormai più di un secolo fa? Lui. Eccovi un sonetto che la stampa di destra (sic! La stampa e basta…) farebbe bene a impaginare in prima, con evidenza.
    “Mentre ch’er ber paese se sprofonnatra frane, teremoti, innondazionimentre che so’ finiti li mijionipe tura’ un defici’ de la MadonnaMentre scole e musei cadeno a pezzie l’atenei nun c’hanno più quadrinipe’ la ricerca, e i cervelli ppiù finivanno in artre nazzioni a cerca’ i mezziMentre li fessi pagheno le tassee se rubba e se imbroja a tutto spianoe le pensioni so’ sempre ppiù basseuna luce s’è accesa nella notte.Dormi tranquillo popolo itajianoa noi ce sarveranno le mignotte.
    Crescete & prostituitevi, appunto.di Oliviero Beha, per Tiscali Notiziehttp://notizie.tiscali.it/oliviero-beha/

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    286
    Lascia un commento
    wedding dresses for second marriage .
    20/03/2012 alle 11:08
    Thanks for writing this. I really feel as though I know so much more about this than I did before. Your blog really brought some things to light that I never would have thought about before reading it. You should continue this, Im sure most people would agree youve got a gift.
    wózek widłowy .
    19/03/2012 alle 21:28
    Okay I am also in explore of Flash tutorials, because I wish for to learn more concerning flash, thus if you have please post it at this place.
    japan style .
    19/03/2012 alle 16:55
    I was recommended this blog by my cousin. I'm not sure whether this post is written by him as nobody else know such detailed about my difficulty. You are wonderful! Thanks!
    Vashti Anerton .
    19/03/2012 alle 13:16
    Wow, remarkable blog layout! How extended have you been blogging for? you made blogging look quick. The overall look of the site is magnificent, along with the content!
    Darwin Kiko .
    19/03/2012 alle 05:31
    As soon as I noticed this site I went on reddit to share some of the love with them. "So far as I can remember, there is not one word in the Gospels in praise of intelligence." by Bertrand Russell.
    Hipolito M. Wiseman .
    19/03/2012 alle 05:03
    This is getting a bit more subjective, but I much prefer the Zune Marketplace. The interface is colorful, has more flair, and some cool features like 'Mixview' that let you quickly see related albums, songs, or other users related to what you're listening to. Clicking on one of those will center on that item, and another set of "neighbors" will come into view, allowing you to navigate around exploring by similar artists, songs, or users. Speaking of users, the Zune "Social" is also great fun, letting you find others with shared tastes and becoming friends with them. You then can listen to a playlist created based on an amalgamation of what all your friends are listening to, which is also enjoyable. Those concerned with privacy will be relieved to know you can prevent the public from seeing your personal listening habits if you so choose.
    donna forex community .
    19/03/2012 alle 04:54
    Hi there! This is my first visit to your blog! We are a group of volunteers and starting a new project in a community in the same niche. Your blog provided us valuable information to work on. You have done a marvellous job!
    viagra prices .
    19/03/2012 alle 04:46
    Me marcado su sitio, mantenga el buen trabajo.And here is my site Generic Viagra
    ofjoprlecc .
    19/03/2012 alle 02:48
    qiDDPO , [url=http://qyggihesfvhf.com/]qyggihesfvhf[/url], [link=http://bxqwnjilitxv.com/]bxqwnjilitxv[/link], http://qbtbutrxnndz.com/
    Honeywell Security Products .
    19/03/2012 alle 01:21
    Youre so awesome, man! I cant believe I missed this blog for so long. Its just great stuff all round. Your design, man...too amazing! I cant wait to read what youve got next. I love everything that youre saying and want more, more, MORE! Keep this up, man! Its just too good.
    produkt vergleich .
    19/03/2012 alle 01:09
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    best seo company .
    18/03/2012 alle 13:29
    You could certainly see your skills in the paintings you write. The world hopes for even more passionate writers like you who are not afraid to say how they believe. At all times go after your heart. "In America, through pressure of conformity, there is freedom of choice, but nothing to choose from." by Peter Ustinov.
    jyrnxwqt .
    18/03/2012 alle 08:36
    oIAHR2 icnpikxpflsa
    emumnibenue .
    18/03/2012 alle 03:26
    hi this is cooo12 http://www.skanska-akademien.org/

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook