• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > rubriche > Il badante > Il denaro nel cervello
    16
    apr.
    2011

    Il denaro nel cervello

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha per il Fatto Quotidiano, 13 aprile 2011Tra le tante frasi, gravi, insulse, ridicole che hanno segnato questa fine d’epoca con il tramonto del Cavaliere Inarrestabile, quella che mi è rimasta più impressa è di Scajola: la famosa “mi hanno comprato casa a mia insaputa”. Per un motivo preciso, oltre l’ovvio bagaglinesco, che quasi si rovescia nel suo opposto. Perché almeno in parte potrebbe essere vera. Ma sì, come è pensabile che non sia in parte vero che questa classe dirigente abbia compiuto la “catastrofe umanitaria” che ha compiuto, sul piano culturale e antropologico (cfr. persino il cardinale Bagnasco...), “a sua insaputa”? Non avendo dunque né coscienza né consapevolezza né riflessi etici di alcun tipo nel commettere questa serie di reati che non finiscono davanti a un giudice ma semplicemente in tv? Devono almeno in parte aver trasformato la loro commovente amoralità in qualcosa che li ha fatti vivere “a loro insaputa” il peggior periodo italiano del dopoguerra, osservato dal punto di vista di un minimo di decenza morale.

    E se la frase è questa, qual è invece il mandante principe di questo modo di intendere la vita che temo renda non uguali ma simili o meglio complementari molte figure e figuri ai vertici politici, finanziari, imprenditoriali ecc., che abbiano come riferimento la maggioranza o l’opposizione (dalla coscienza della libertà alla libertà di coscienza mischiate nel voto sul caso Tedesco)? Ma il denaro, via, lo sterco del diavolo, il Dio Mammone, la pecunia… L’ultimo episodio, quello del cosiddetto “Madoff dei Parioli”, è assolutamente stupendo ed esemplare, un po’ come la frase di Scajola che può riassumere tutto. Il fatto di cronaca lo conoscete. I nomi dei truffati, almeno dei più importanti, pure.   Il sospetto che tirando il capo del filo venga via tutto o quasi, in termini di delinquenza organizzata, di frange politiche, di scudo fiscale, di tasse evase ecc., anche. Che aggiungere allora a questo affresco che somiglia più a una fotografia che a un quadro da interpretare? Una breve nota sul rapporto che c’è tra gli italiani e i soldi. Per quel poco che mi consta, siamo un paese all’avanguardia nell’ipocrisia o nell’omertà con cui trattiamo il denaro e le sue implicazioni. Anche il rapporto che c’era una volta tra lavoro e stipendio è saltato da un pezzo. Sono due entità che ormai raramente si incontrano, delle “divergenze parallele” come direbbe la buonanima di Moro. Pensate che una volta a proposito di un giovane facoltoso e affermato si diceva: “Quello guadagna tanto perché è bravo”. Oggi, chiedete a chiunque, la clessidra si è rovesciata in banalità tipo “quello è bravo perché guadagna tanto”. Siamo già in pieno massacro culturale, sociale, psicologico e anche politico-sindacale per chi ha permesso che tale clessidra si rovesciasse fino a questo punto. C’è vergogna a dire quanto si guadagna, come fosse una colpa: e a meno che tu non sia un elusore o un evasore fiscale, ciò non dovrebbe darsi in natura se quanto guadagni è la mercede per la bontà del tuo lavoro.   Ma questo rimanda alla solita faccenduola della meritocrazia che non esiste praticamente più, al Regno della Raccomandazione indistinta (cioè non distinta né decisa dalle qualità ma dal nepotismo e dal clientelismo) in un Paese di cooptatori e di cooptati distante anni luce dal merito, dal sapere, dal saper fare. Resta il far sapere, nella trappola dell’informazione. Le ragioni di questa calamità tutt’altro che naturale sono diverse, compresa (e ingombrante) la doppia morale delle due Chiese, quella del velluto e quella della strada, nel Paese del Papa. Resta tale contraddizione, di un denaro insieme motore e infezione di tutte le cose, l’ultimo tabù che sembra tenere tutti quelli che ne hanno come confezionati in un pacco regalo. Per quell’altro tabù polverizzato in questo Autunno del Caimano, tabù collegato al denaro e al potere, quello del sesso, date un’occhiata a qualche altra pagina, ieri, oggi, domani…

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    102
    Lascia un commento
    Hillary Gwathney .
    20/03/2012 alle 08:53
    Yes wonderful.. thank a person. information My partner and i was pretty pleased to discover this web-site. I planned to thanks for your time with this wonderful go through!! I absolutely enjoying every small it and We have you bookmarked to check out new stuff you blog post.
    medical exam .
    20/03/2012 alle 07:25
    Fantastic read, I just passed this onto a colleague who was doing a little investigation on that. And he really bought me lunch because I found it for him smile So let me rephrase that: Thanks for lunch!
    quick step laminate flooring .
    20/03/2012 alle 03:17
    Very interesting subject, regards for putting up.
    strom vergleich .
    20/03/2012 alle 02:04
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    louis vuitton uk .
    19/03/2012 alle 22:47
    I and my friends came reading the good tricks located on the website and at once developed an awful feeling I had not expressed respect to the website owner for those strategies. Those guys happened to be absolutely happy to see them and have now simply been making the most of them. I appreciate you for simply being simply helpful and also for picking out variety of marvelous ideas most people are really needing to understand about. Our sincere apologies for not saying thanks to you earlier.
    timberland outlet .
    19/03/2012 alle 22:46
    Thank you so much for giving everyone such a breathtaking opportunity to read from this blog. It's usually so cool and as well , full of amusement for me and my office friends to search the blog the equivalent of three times in one week to find out the latest guidance you have got. Not to mention, I'm also certainly impressed with your cool opinions served by you. Selected two areas in this posting are in reality the most impressive we have ever had.
    uggs pas cher australia .
    19/03/2012 alle 22:46
    I as well as my pals have already been reading through the best tips from your web site and then quickly came up with a terrible suspicion I had not expressed respect to you for those secrets. All the men happened to be so warmed to see them and have in effect in truth been having fun with these things. I appreciate you for genuinely so accommodating and also for picking these kinds of cool issues most people are really needing to learn about. My personal sincere apologies for not saying thanks to you earlier.
    1 procent .
    19/03/2012 alle 19:03
    Your pieces can not really be anymore amusing because really kept my eyes stuck on the http://www.olivierobeha.it/rubriche/2011/04/7457. You have incredible talent consequently they are fortunate to be launched with such great treats. Anticipating your next article. 1 procent
    japan style sklep .
    19/03/2012 alle 18:45
    I have to show my appreciation to this writer just for rescuing me from this scenario. Because of looking through the internet and seeing ways which were not helpful, I thought my life was over. Being alive devoid of the solutions to the difficulties you have sorted out by way of your entire short post is a crucial case, as well as ones which could have badly damaged my career if I hadn't noticed your site. The expertise and kindness in dealing with all areas was excellent. I don't know what I would have done if I had not discovered such a step like this. It's possible to at this moment look ahead to my future. Thanks a lot so much for your specialized and amazing help. I won't think twice to recommend your web sites to any person who should have guide on this situation.
    Leonarda Ladas .
    19/03/2012 alle 14:57
    Hey! Do you use Twitter? I?¯d prefer to adhere to you if that could be okay. I?¯m definitely enjoying your weblog and look forward to new posts.
    Bree Rinfret .
    19/03/2012 alle 09:10
    That is a very good tip particularly to those new to the blogosphere. Short but very accurate info?Appreciate your sharing this one. A must read article!
    katalog stron internetowych .
    19/03/2012 alle 08:55
    I’ve never imagined that I would feel like an addict while reading this blog.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook