• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > rubriche > Indietro Savoia > Telefonate italiani, telefonate. qualcosa resterà
    23
    lug.
    2011

    Telefonate italiani, telefonate. qualcosa resterà

    Condividi su:   Stampa

    Papa dentro, Tedesco fuori. O viceversa: dentro e fuori di galera, cioè dentro e fuori dal Parlamento e dalla sua immunità… Presto Milanese, dopo Ferragosto Romano…E intanto Prosperini in Lombardia col sorcio in bocca, con un vizietto recidivo, e Penati sempre in zona che però “per decenza e senso di opportunità si autosospende”.  E’ solo l’ultimo mazzo di casi, mentre Napolitano dal pulpito quirinalizio invoca equilibrio nei rapporti tra magistratura e politica. Eh, ho capito: ma già questo elenco non gli dice nulla? E non è stato eletto Presidente della Repubblica da un parlamento di inquisiti, indagati, pregiudicati ecc.?

    E’ normale tutto ciò? Che la giustizia in Italia sia una ciofeca, per modi e tempi, è pacifico e ce lo ricorda la Corte Europea ogni piè sospinto, e lo verifichiamo tutti i giorni tutti noi cittadini comuni (io come voi, sì); che la stampa faccia spesso orrendamente da supplenza a questa giustizia cadente e caduta con forme di gogna mediatica intollerabili, è altrettanto vero. Che il tutto vada riformato in direzione di un consorzio civile, “alla Napolitano”, è sacrosanto.
    Ma con chi la facciamo questa Riforma benedetta, con questa gente qui? Con questo legislativo impresentabile? Con questo esecutivo alcaponesco? Con questa opposizione che fondamentalmente soffre (s’offre) degli stessi problemi che mischiano questioni pesantemente legali a una più generale Questione Morale di cui per esempio al Pd sentono l’urgenza solo in pochissimi (essendo gli altri ancora occupati a disquisire sulla loro “diversità” che spesso i giudici non afferrano compiutamente…)?
    Ma via, siamo seri: come si pensa che gli italiani abbocchino e non capiscano lo stato delle cose… E invece abboccano, e non capiscono a quel che pare lo stato delle cose. Perché? Per tanti motivi, tra i quali quello che indico oggi riguarda il telefono: ma sì, tutti telefonano, specie con il cellulare, ad ogni momento, in ogni momento, di giorno e di notte, in auto, in moto e in bici, dovunque capiti, con una protesi all’orecchio o un mini-impianto autistico (proto, ho scritto “autistico” non acustico anche se andrebbe bene pure acustico…) che fa sembrare tutti degli “autoparlanti” oppure -proto qui ti puoi divertire… degli “altoparlanti” naturalmente della propria mente.
    Tutti parlano al telefonino, e sempre, più che in ogni altro Paese: i dati sono chiari. Primi in Europa con oltre 2 miliardi di euro alla faccia della crisi tra telefonia e accessori hi-tech, e col 99% di loro possessori di telefoni mobili che usano nel modo descritto, a livelli di barbarie incontenibile sia pure travestita da tecnologia avanzata. Oltre a tutti i danni che ciò provoca alla guida, per gli incidenti da manifesta disattenzione e maldestraggine, vogliamo cominciare a pensare che stare al telefono per gli italiani sostituisce la vita, almeno in parte, e molto visibilmente?
    Non sarà una ragione tra le altre per cui siamo diventati così? Intendo così refrattari alla consapevolezza, al rapporto tra le persone, alla curiosità di conoscenza, al bisogno di verità ecc.? Ma certo, siamo al telefono, siamo occupati, non ci scocciate. Altro che Papa, Tedesco, e la sfilza che potrebbe seguire… Che ce ne frega, non disturbateci, siamo al cellulare (Papa era simbolicamente “nel” cellulare, cfr. l’automobile della Guardia di Finanza…), stiamo comunicando, lasciateci in pace, siamo “italiani veri”, e telefoniamo anche a Toto Cotugno (era lui?)…di Oliviero Beha per Tiscali Opinionihttp://notizie.tiscali.it/opinioni/Beha/179/

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    Brittny .
    25/12/2013 alle 10:13
    The oppurtunity to read great blogs now is diminishing. I stumbled acorrs your blog and enjoyed reading it pretty substantially. Thanks!
    Davenport20Helen .
    24/02/2012 alle 15:47
    Every body understands that humen's life is very expensive, nevertheless different people need money for different issues and not every person gets enough money. Hence to receive some loans or just secured loan will be a right way out.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook