• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > rubriche > Indietro Savoia > Come resistere nell’emergenza: sos italia, siamo...
    08
    ago.
    2011

    Come resistere nell’emergenza: sos italia, siamo in mutande

    Condividi su:   Stampa

    Tra una tragedia  e l'altra nel Mediterraneo, fossa liquida comune per un numero di vittime ormai bellico, il termine "panico" viene invece usato esclusivamente per il crac dei mercati finanziari. Quelli mondiali, con gli Usa in odore di recessione e una questione assai ambigua come il loro "default" sul tappeto (ma i cinesi, che fanno i cinesi creditori così implicati nel debito pubblico americano?), e quelli italiani, ridotti al lumicino. Fa impressione che la crisi venga da lontano, che abbia mandato tutti i suoi segnali, e che quotidianamente se ne parli come fosse un pericolo giornaliero: non è esattamente questo, temo, il ruolo della politica. Proprio qui, due settimane fa, in un articolo sul nostro "buco nella memoria e nelle tasche", scrivevo qualcosa che rimandava a quasi un anno fa, a un titolo di "Repubblica"su Tremonti del settembre 2010. Controllare per credere.

    Siamo a Borges: citazioni di citazioni per rendere l’idea di come coloro i quali politicamente ed economicamente reggono o paiono reggere il timone abbiano mandato la nave Italia sugli scogli, lungamente annunciati e visibilissimi prima al canocchiale e poi  a occhio nudo. Per evitare equivoci ai miei simpatici lettori “tifosi”: come non ho mai pensato che le nequizie di Berlusconi in quasi un ventennio dipendessero solo da lui ma ci sia stato e ci sia un concorso di colpa che comprende anche le sedicenti opposizioni, che non bastasse insomma un Caimano solo per una palude così estesa e maleodorante, così non penso oggi che dipenda solo da Berlusconi lo tsunami finanziario di cui siamo pieni. Hai voglia a elencare i fattori internazionali e nazionali che hanno pesantemente contribuito a metterci in mutande.
    Ma di sicuro così non si va da nessuna parte: semplicemente, non è credibile né il governo né la maggioranza nel proporre misure palesemente raccogliticce e insincere mentre la casta o le caste non tirano la cinghia e neppure questa volta, sotto una montagna di “panico”, Silvio rinuncia a parlare di “responsabilità delle toghe” nel disastro. Neppure stavolta si dimentica per un attimo gli affari suoi. Eppure dall’altra parte ragionano in modo complementare: via Silvio, elezioni così tocca a noi.
    Ma a noi chi, chi siete in nome di Dio o dell’ex Comitato Centrale, che cosa avete combinato in questi anni, quanta credibilità vantate nei confronti del popolo italiano per chiedere ulteriori sacrifici? Tutti i casi a voi o contigui o addirittura interni di commistione spessissimo illegale tra affari e politica, che riempiono le cronache da settimane, mesi, anni, non sono sufficienti a invitarvi almeno alla prudenza? Andare a votare ? E per chi? E soprattutto chi, quali elettori? Davvero si ritiene che gli italiani oggi riandrebbero a votare in forze, naturalmente per l’opposizione secondo Bersani & company, meno per la scia berluscoide secondo sondaggi e auspici contrapposti?
    Ma oggi almeno in teoria trovare un italiano che nel disastro aneli al voto è un’impresa: dall’impresentabilità della classe politica in senso complessivo alla legge elettorale orrenda, all’intreccio appunto delle caste/cricche/macedonie di denaro e potere che spunta dappertutto, chi può pensare a un voto “libero” come da articolo della Costituzione?
    Soluzioni, ricette? Non ho una laurea in Farmacia. Ma un governo del Presidente, visto che ancora forse per poco Napolitano ha qualche credito da “beati i monoculi…”, che tenga insieme l’emergenza, potrebbe urgentemente tenere insieme il Paese. Lo so, pescherebbe almeno in parte tra le solite facce. Ma almeno avvierebbe un diverso percorso: così si precipita, in quel caso invece si guadagnerebbe quel minimo di tempo per riorganizzare uno straccio di politica “emergenziale”. L’alternativa? L’assalto manzoniano ai forni: davvero non si è capito come siamo messi?
    di Oliviero Beha per Tiscali Opinionihttp://notizie.tiscali.it/opinioni/Beha/179/

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    88
    Lascia un commento
    Carry Jauregui .
    20/03/2012 alle 02:54
    I discovered this website and I must be charmed! I was looking for info pertaining to days...
    Patty Behl .
    20/03/2012 alle 02:42
    Khmer Karaoke Stars My partner and i was recommended this internet site by my personal cousin. I am not sure whether this post is authored by him while nobody else know such detailed regarding my problems. You're outstanding! Thanks! your post about Khmer Karaoke Megastars Regards Rolf Agata
    Malik Cush .
    20/03/2012 alle 02:19
    I genuinely appreciate this specific post. I've already been looking all over for this kind of! Thank goodness I found it upon Bing. You have made our day! Thanks once again.
    Jamar Wydra .
    20/03/2012 alle 01:58
    I found this article through Facebook (one of my friends posted it). After checking your article, I clicked "Like" and also shared it myseld.
    japan style sklep .
    19/03/2012 alle 19:56
    I enjoy you because of all your work on this blog. My daughter really likes conducting investigations and it is easy to see why. Most people notice all regarding the lively mode you convey invaluable techniques by means of the blog and in addition boost participation from visitors about this theme while our princess is undoubtedly being taught a lot of things. Have fun with the remaining portion of the new year. Your conducting a superb job.
    Pet Ramp .
    19/03/2012 alle 17:42
    I have read a few of the articles on your website now, and I really like your style of blogging. I added it to my favorites blog site list and will be checking back soon. Please check out my site as well and let me know what you think.
    Freddy Marshak .
    19/03/2012 alle 17:26
    I saw this page through Facebook (one of my friends posted it). After reading the article, I of course clicked Like then shared it.
    gas vergleich .
    18/03/2012 alle 22:18
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook