• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > Il badante > Poveri noi!
    10
    dic.
    2011

    Poveri noi!

    Condividi su:   Stampa

    Nei giorni della “stangata” e della “catastrofe rischiata”, mentre si dibatte sull’equità iniqua o l’iniquità equa della manovra, eccovi una bella sventagliata di cifre sulla nostra situazione. Prendo i numeri da una recente relazione del fine sociologo Marco Revelli, che rilegge i dati Censis 2010 dell’ultimo luglio. Quelli che secondo l’istituto di ricerca ci fanno “fragili, spaventati, dipendenti”. La povertà relativa riguarda 8 milioni e 272 mila persone, il 13,38 % degli italiani, per un totale di 2 milioni e 734.000 famiglie. Ma dov’erano il giorno del Family Day questi “poveri relativi” che non arrivano alla fine del mese, perché hanno lasciato solo in piazza Berlusconi e le sue famiglie? Queste cifre equivalgono a più dell’intiera popolazione del Piemonte e a quasi quella della Lombardia. Che “povertà”, però? Questa: una famiglia di due membri che spenda mensilmente meno di 992 euro, un singolo meno di 595, una famiglia di 4 tra genitori e figli meno di 1.617. È il dato più grave dell’Europa a 15 e anche in quella a 27 siamo messi male. Il 69% di questa popolazione è al Sud, essendo il nostro Meridione in assoluto l’area più povera d’Europa, con un’incidenza sul totale del 27%, un cratere. Forse il record negativo che fa il pieno di vergogna per l’Italia è però quello della povertà minorile (dati Eurostat), un 25% che significa un minore su 4 povero, di nuovo il dato peggiore in Europa.

    Un altro elemento che esula dalle cifre sulla povertà, ma traduce in numeri il concetto Istat di “deprivazione materiale”, è quello che deriva dalle risposte del campione alla domanda “È tollerabile nel vostro bilancio familiare annuo una spesa straordinaria di 700 euro? “Stiamo parlando di 700 euro in un anno, i danni di un incidente stradale o una malattia lieve, o una cartella di Equitalia… Il 29% degli intervistati risponde di no, che con 700 euro l’anno in meno andrebbero sotto, affogherebbero. Stiamo parlando del 29% delle famiglie italiane, cioè circa 18 milioni di persone. Altre voci analizzate e testimoniate da Revelli sono le “passività bancarie” e le relative sofferenze, cresciute nel 2011 del 55% rispetto al 2010.

    Pensate al Sud e basta? Sbagliate. In Lombardia tali “sofferenze” sono cresciute tra il 2007 e il 2011 del 150%. Prego leggere con calma i dati, rileggerli e sistemarli in un orizzonte mentale (e, se volete, emotivo) adeguato. E gli sfratti per morosità? Nell’ultimo triennio siamo passati da 34 mila azioni esecutive alle oltre 56 mila del 2010. Ogni anno – esemplifica Revelli – una città come Cuneo si svuota completamente. Ci sarebbero diversi altri numeri, quelli ancora peggiori che dalla “povertà relativa” ci trasferiscono senza eufemismi nell’alveo della vera miseria. Ve li risparmio, questi possono bastare. Non cresciamo da un pezzo, abbiamo attaccato i risparmi, i consumi sono rimasti alti, ci siamo indebitati: siamo il Paese peggio messo dell’Europa con la quale ci incontriamo e misuriamo nei vari G della terra, da 15 anni almeno eravamo in declino e scivolavamo giù, mentre le pailettes del governo e le indecisioni furbe dell’opposizione si guardavano bene dal dirci come stessero le cose, favorendo la recita della V o VI potenza economica al mondo che invece aveva le pezze dove sappiamo. Parlano i dati Ocse, che però ci lasciano solo immaginare che cosa c’era e c’è dietro tutto questo, in un Paese rotolante lungo il piano inclinato che solo uno sforzo comune può rimettere in asse. Dico della regressione della dignità del singolo e della collettività, dignità affidata non a un senso della realtà, ma a un tenore di vita mantenuto più o meno identico (mentre le risorse calavano) per questioni di status. E infatti, mentre scendevano i consumi dei beni necessari restavano alti quelli dei beni di lusso o perlomeno, in una logica realistica, superflui. Un paese senza identità che la trova nel consumo, si indebita e capovolge una scala di valori finendovi sotto, mentre in alto sono fioccati i cattivi esempi che tutti conosciamo. Adesso c’è Monti, sobrio e rispettabile, di cui “non dobbiamo vergognarci”: ma siamo sicuri che, numeri alla mano, sia equa?

    Oliviero Beha, Il Fatto Quotidiano, 7 dicembre 2011

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    131
    Lascia un commento
    second marriage wedding dresses .
    20/03/2012 alle 10:34
    Have you considered about including some social bookmarking buttons to these blogs. At least for facebook.
    marzec 15 .
    19/03/2012 alle 22:28
    Thank you for the auspicious writeup. It in fact was a amusement account it. Look advanced to more added agreeable from you! However, how could we communicate?
    GMC Headlights .
    19/03/2012 alle 17:27
    I was very delighted to discover this site on google.I wished to say many thanks to you with regard to this superb read!! I certainlyappreciated every little bit of it and I've you bookmarked to take a look at new stuff you post.
    Sarai Stabler .
    19/03/2012 alle 15:17
    this page is exactly what i'm looking for! found your blog bookmarked from a friend of mine. I'll also share it. Thanks again!
    Amy Baiz .
    19/03/2012 alle 12:52
    Thanks, I just stumbled your weblog and desired to say that I?¯ve genuinely enjoyed browsing your weblog posts. I have subscribed for your feed and I hope you create
    how to plan a wedding tips .
    19/03/2012 alle 08:01
    Thanks for writing this. I really feel as though I know so much more about this than I did before. Your blog really brought some things to light that I never would have thought about before reading it. You should continue this, Im sure most people would agree youve got a gift.
    preis tief .
    19/03/2012 alle 05:21
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    Gabriella Dulan .
    18/03/2012 alle 22:06
    Very interesting details you have noted , appreciate it for posting . "Whatever one man is capable of conceiving, other men will be able to achieve." by Jules Verne.
    Manchester United vs live stream .
    18/03/2012 alle 19:40
    Keep functioning ,great job!
    Amber Teething Necklace Review .
    18/03/2012 alle 18:53
    I have been examinating out some of your posts and i can state clever stuff. I will surely bookmark your site.
    Pagar stainless .
    18/03/2012 alle 15:29
    I've been surfing online more than three hours today, yet I never found any interesting article like yours. It is pretty worth enough for me. In my view, if all site owners and bloggers made good content as you did, the internet will be a lot more useful than ever before.
    hostgator coupon codes .
    18/03/2012 alle 08:36
    Nice blog here! Also your site loads up very fast! What host are you using? Can I get your affiliate link to your host? I wish my web site loaded up as quickly as yours lol
    Chefsasson .
    18/03/2012 alle 00:02
    I do not even know how I ended up here, but I thought this post was good. I don't know who you are but certainly you are going to a famous blogger if you are not already ;) Cheers!
    Ursus Uzywane .
    18/03/2012 alle 00:01
    My brother suggested I might like this web site. He was entirely right. This post actually made my day. You cann't imagine just how much time I had spent for this information! Thanks!
    porn .
    17/03/2012 alle 22:06
    Great beat ! I wish to apprentice while you amend your site, how can i subscribe for a blog web site? The account aided me a acceptable deal. I had been tiny bit acquainted of this your broadcast provided bright clear idea
    biuro nieruchomości kraków .
    17/03/2012 alle 14:30
    --
    apocalypse survival .
    17/03/2012 alle 14:13
    You completed a number of fine points there. I did a search on the issue and found nearly all people will have the same opinion with your blog.
    Charley Afonso .
    17/03/2012 alle 12:57
    Wow, marvelous blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is excellent, let alone the content!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook