• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > Il badante > Mussoloni e Berluschini quanti fascisti su Marte
    30
    gen.
    2013

    Mussoloni e Berluschini quanti fascisti su Marte

    Condividi su:   Stampa
    Mussoloni e Berluschini quanti fascisti su Marte
     
    Mussoloni e Berluschini quanti fascisti su Marte

    Con tutto il rispetto per il Presidente Napolitano, non è suo il commento più incisivo e dolente (in sintesi “fascismo infame, vigilare su insidie revisionistiche”…) all’esternazione domenicale di Berlusconi su Mussolini. La palma va, credo, a Oreste Lionello. Trattasi di “commento preventivo”, data purtroppo la scomparsa del commentatore. Una volta, diversi anni fa, in una puntata mi pare sulle diete, era ospite di Porta a Porta tra il cast del Bagaglino anche quel geniaccio satirico mai abbastanza compianto in pubblico per il suo luccicante cervello e in privato per la sua umanità gentile, il quale se ne uscì con una irridente battuta che andava oltre occasionali parallelismi tra Berlusconi e Mussolini, cialis or viagra evocati abbastanza per caso dal conduttore. Bruno Vespa, intendo. Oreste disse qualcosa tipo “casomai Mussoloni e Berluschini, a giudicare da ciò che vedo”. Una formulazione eversiva? La sortita di un intellettuale inorganico come Lionello? Un semplice accidente di conversazione? Non lo sapremo mai: poiché, essendo il programma quella volta come quasi sempre registrato, la battuta venne tagliata. Come ai tempi di…, per dire. Eppure in questo accostamento temo ci sia tutto della nostra storia passata e recente, travasata nella cronaca strillata di oggi. E “giocare con Mussolini” ovviamente non è una novità o un’esclusiva del Berlusca. Chi non ricorda (risposta immediata: nessuno o quasi, in questo Paese di lotofagi…) l’uscita di Gianfranco Fini in un’intervista a Statera del 1994, primo governo

    Berlusconi che definì Benito il più grande statista del secolo? Si scatenò una bagarre simile a quella di oggi, che lasciava però confezionata in un cellophane la sostanza, collegata mi pare alla semplice domanda: perché Mussolini lo sarebbe stato? Interrogativo che viene prima della repulsione nei confronti della dittatura fascista o comunque non può annullarsi in tale repulsione. Mi ricordo di aver posto allora a Fini la domanda in una trasmissione di una tv, e lui mi rispose dopo tentennamenti “perché aveva inventato le corporazioni…”. S’era sforzato… Poi lo stesso Fini nel 2009 si corresse: semplicemente, non la pensava più così.

    Benone. In definitiva credo che sia molto diverso tifare pro o contro il fascismo e invece interrogarsi su che cosa sia stato, con domande atte a precisarne le valutazioni. È ovvio che il fascismo non possa essere stato solo “male assoluto” ma abbia contenuto per avventura anche “bene relativo” dissolto nel “male assoluto”. Al contrario oggi, bollando il “solito” Berlusconi, si sarà favorito un alone elettoralistico da lui palesemente previsto per una fascia di elettori di destra più o meno nostalgica, e nell’impresa sarà riuscito un tipo, un uomo d’affari né di destra né di sinistra bensì semplicemente di Arcore, tal “Berluschini”, che non ha nulla in comune con “Mussoloni” se non nella capacità mediatica “dittatoriale” di stravolgere la realtà. Mentre i potenziali elettori di sinistra molto si dovrebbero dolere del contemporaneo scandalo Mps. Scherzare con la storia è grave, scherzare con le banche è diabolico. Ci si brucia…

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    22
    Lascia un commento
    nello .
    01/02/2013 alle 22:56
    il primo e l'ultimo di una lunga serie di figli di puttana che ha governato questo Paese
    pietro .
    01/02/2013 alle 19:56
    penso che di berlusconi dovrebbe essercene uno per provincia non sara' un santo ma con la sua perspicacia riesce ancora a dare uno stipendio a quanti hanno la fortuna di lavorare per le sue societa' -- forse ci siamo troppo presto dimenticati di come era l'italia quando scese in campo -- certo non e' stato la causa di tutti i nostri mproblemi -- come si vorrebbe far pensare -- chi lo critica lo fa' per pura invidia -- quanti vorrebbero essere al suo pèosto????
      gianni .
      01/02/2013 alle 21:54
      si parla di un menefreghista di infimo ordine ,il berlusconismo ci ha inquinato fin dentro le ossa,altro che province,non ha fatto un c...o per vent'anni ,meno male che aiuta le olgettine,sveglia!
    angelo tirelli .
    01/02/2013 alle 17:29
    Le leggi razziali sono state l'ultimo anello (e misfatto) di una lunga catena. Nel Ventennio l'Italia è cresciuta ed ha bonificato le aree paludose? Sicuramente si, ma quanto più avrebbe potuto crescere se il Nostro non si fosse dilettato negli anni 20 a bastonare i contadini in sciopero ed i dissenzienti, negli anni 30 a gasare le popolazioni dell'Etiopia, a beatificare l'autarchia, a bombardare le città spagnole, a invadere l'Albania e ad entrare in guerra - impreparato, malgrado una retorica guerriera da operetta - contro le maggiori democrazie del mondo? Anche Berluschino ha voluto il suo Ventennio, ma i modesti (anche se non letali come per il modello) risultati si sono visti quando 14 mesi fa si è dimesso da capo del Governo, sopraffatto dagli eventi, abbandonato dalla sua truppa e incapace di risolvere i problemi economici e morali del Paese che lui stesso aveva contribuito a creare. Ma c’è sempre chi non vede perché NON VUOLE vedere e allora non c'è niente da fare, salvo sperare in una futura migliore cultura nazionale.
      paola .
      01/02/2013 alle 18:46
      ...stiamo tranquilli, adesso Bersani (lui si che è capace) e Vendola (+ Monti) rimetteranno in piedi l'Italia.... poveri noi!!!
    gilda .
    01/02/2013 alle 14:51
    non mi sembra che i partigiani siano andati a liberare l italia con i santini in mano e l acqua santa, e che garibaldi abbia tenuto un briefing con caffè e brioches per unire l italia, tutti hanno ucciso, tutti hanno fatto porcherie, come in tutte le guerre e guerriglie, non capisco perchè solo il fascismo debba essere additato a vita come un fatto negativo, dopo tutto, se non c era benito, adesso i pensionati stavano alle pezze, alcuni ci stanno lo stesso, ma altri compresi i politici stessi che disprezzano il fascismo, ci marciano a vita. gilda
      paola .
      01/02/2013 alle 15:00
      ..... non si parla mai dei morti causati dalle dittature comuniste.... e sono tanti, e il conto continua ancora ai giorni nostri.
        Ezio .
        01/02/2013 alle 17:36
        purtroppo individuato il capo espiatorio si batte sempre lì per appunto espiare le proprie malfatte. QUESTA E' LA SINISTRA coi suoi sindacati i suoi giornali i suoi magistarti le sue banche ecc...
    SIMONA .
    01/02/2013 alle 14:10
    se i partiti si sovvenzionassero con soldi privati, rimarrebbe solo Lui in campo e andrebbero a casa tutti quelli che nella vita non hanno fatto altro che sedersi su una lussuosa poltrona e farsi mantenere da noi
      paola .
      01/02/2013 alle 14:58
      sono d'accordo. Il programma del PDL (che HA un programma) prevede proprio l'annullamento del finanziamento pubblico ai partiti. Mi piacerebbe vedere come campano senza i nostri soldi....
        pier luigi .
        01/02/2013 alle 17:38
        l'unico programma che ha il PDL è quello di sottostare agli ordini di Silvio, basta ricordarsi del voto in parlamento su Ruby!!!
      Ezio .
      01/02/2013 alle 17:38
      certo a sinistra i soldi che truffano li devono investire in svizzera...
      pier luigi .
      01/02/2013 alle 17:43
      hai ragione, infatti nel periodo fascista i partiti non esistevano, governava solo LUI e i pochi oppositori o li faceva fuori (Matteotti) o li inviava al confino.... ma la corruzione era peggio di quella di oggi
    Vincenzo .
    01/02/2013 alle 13:24
    Penso che il giornalista che ha scritto questo articolo è il 1123 nella lista paga del Berlusca.
      paola .
      01/02/2013 alle 14:56
      in effetti Berlusconi paga lo stipendio a tantissime persone....da anni. Bersani e il PD a chi riempie ed ha riempito le tasche fino ad oggi????
        Claudio .
        01/02/2013 alle 15:53
        non solo SilvioB paga lo stipendio a tantissime persone! con i soldi si é comprato diversi voti, ha comprato la mela marcia Balo, per non parlare dei festini fatti fra persone perbene, che volevano passare momenti conviviali fra battute e risate! va la va la, non mi meraviglio più di niente, e non sono comunista per tua informazione!
          Ezio .
          01/02/2013 alle 17:42
          un lista di sfoghi d'invidia ma non riesci a trovare dove TU hai pagato. SE FACESSIMO LA LISTA DEI MALI DELLA SINISTRA CI RENDEREMO CONTO QUANTO MALE FANNO E QUANTO SONO BUONI A NULLA. La prima? le coop rosse L'ULTIMA? le banche... in mezzo? LA FIAT l'obiettivo? AFFAMARE UN PAESE E SPARGERE DISPERAZIONE tanto la colpa è di berlusconi
          pier luigi .
          01/02/2013 alle 17:51
          Claudio, per loro se parli cosi per loro sei un comunista, anche se non sanno nemmeno chi o cosa siano, e lo spauracchio usato da lui per i gonzi, senza dimenticarci che uno dei pochi comunisti ancora in circolazione è Putin, che so amico di un ns. ex presisente del consiglio
    ignazio .
    01/02/2013 alle 12:30
    SONO PERSONE MAGALOMANI ARRICHITI CON L'IMBROGLIO E LE MENSOGNE TRADENDO TUTTI ANCHE I FAMIGLIARI COSA TI PUOI ASPETTARE
    romeo .
    01/02/2013 alle 12:25
    La cosa mortificante è che ancora parliamo di BERLUSCONI, purtroppo ci sono i giornali, le TV che ne devono parlare, i parlamentari del PDL che dovono difenderlo se voglioso salvare disperatamente la loro poltrona... Tutto questo è possibile solo in Italia, solo in Italia qualcuno può usare lo stato com un BANCOMAT e poi ha la faccia tosta di dire che paga con i suoi soldi. E dove li prende i suoi soldi?
    gian .
    01/02/2013 alle 12:12
    non so dove si sia laureato Berluschini (forse a Tirana come Bossi jr.)ma sicuramente non ha mai passato l'esame di storia
    gianni .
    01/02/2013 alle 11:05
    si deve vergognare delle affermazioni fatte,dimostra il basso livello di un personaggio che ci ha governato per 20 anni fregandosene di tutti e delle regole!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook