• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > Osservatorio TG > I Tg "tirano il collo" inutilmente sulle nom...
    08
    giu.
    2012

    I Tg "tirano il collo" inutilmente sulle nomine di Monti

    Condividi su:   Stampa
    sala stampa vuota

    I Tg di venerdì 8 giugno 2012 - La conferenza stampa delle “nomine”, preannunciata da Monti per la serata, fa sperare ai Tg delle 20 di immortalare in diretta le decisioni del Premier. Oltre l’anticipata indiscrezione su Anna Maria Tarantola alla Presidenza della Rai. Tg 2 fornisce qualche altro nome, ma Monti fa tirare il collo a tutti  inutilmente.

    Tg1 decide di aprire sull’esordio dei campionati europei di calcio, mentre Tg La 7 predilige la Ministra Severino ed il suo aut aut sul ddl anticorruzione. La  politica – vetusta o tradizionale, scegliete voi – è stasera in grande spolvero con il vertice del Pd che si esprime per primarie “aperte”, e quello del Pdl che lo rincorre sullo stesso sentiero. Nei Tg Mediaset si plaude ai movimenti nel centrodestra che permettono di tirar fuori qualche mezza notizia, e si “indaga” sulle febbri e i malumori del centrosinistra, rilanciando anche la battuta di Prodi sulla vocazione al suicidio del Pd. TG 3 e Tg La 7 sono più equanimi e non fanno sconti né a destra né a sinistra.

    Sull’economia le posizioni dei giovani imprenditori di Confindustria sulle proteste civili che rischiano di esondare per la gravità della crisi sono notizia e servizio per tutti, così come le dichiarazioni di Obama che varcano l’Atlantico per  “svegliare” l’Europa su assistenza alle banche e sviluppo; primo titolo per Tg 5. Il Tg 2 fa commentare che è comunque dagli States che, oltre che i consigli, sono venuti i problemi.

    Il terremoto scende nelle scalette e appare soprattutto attraverso i nuovi richiami di Napolitano. Le indagini su Brindisi sono riprese ampiamente in relazione ai dubbi degli inquirenti sulla “solitudine” dello stragista.

    Gli ascolti dei Tg – soprattutto quelli delle 20 – sono in discesa, seguendo il destino delle rispettive reti, così Mediaset pensa bene di “andare sul sicuro”, e tutti e tre i Tg del Biscione danno ampio spazio a nuovi – e inutili – materiali audio sulla Costa Concordia, vero asso piglia tutto dell’attuale stagione televisiva. Infine, anche Studio Aperto dà le formazioni degli europei: non quelle dei calciatori in calzoncini, ma quelle delle “fidanzate” famose in slip o costume da bagno.

    Alberto Baldazzi

    Dati Auditel di giovedì 7 giugno 2012

    Tg1 – ore 13:30 3.887.000, 22,31% ore 20:00 4.696.000, 23,64%
    Tg2 – ore 13:00 3.104.000, 19,57% ore 20:30 2.187.000, 9,76%
    Tg3 – ore 14:30 1.892.000, 12,05% ore 19:00 1.650.000, 12,41%
    Tg5 – ore 13:00 3.455.000, 21,42% ore 20:00 3.632.000, 18,30%
    Studio Aperto – ore 12:25 2.258.000, 18,80% ore 18:30 967.000, 9,31%
    Tg4 600.000, 10,35% – ore 11:30 ore 19:00 903.000, 6,68%
    Tg La7 – ore 13:30 782.000, 4,49% ore 20:00 1.711.000, 8,54%

    Fonte: www.tvblog.it

    jfdghjhthit45
    Postato da Osservatorio TG
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook