• Biografia
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > Osservatorio TG > Litigo, ergo sum
    12
    giu.
    2012

    Litigo, ergo sum

    Condividi su:   Stampa
    fornero

    I Tg di martedì 12 giugno 2012 - In mancanza del meglio ed in attesa del peggio il Paese galleggia in una palude di contrasti, litigi e corpo a corpo; ce n’è anche uno internazionale, ovvero il risentito intervento di Monti contro le dichiarazioni del ministro delle finanze austriaco sulla situazione economica italiana: apertura per Tg1, Tg2, Tg La 7, notizia comunque in primo piano per Tg5 e Tg3.

    Ma il “litigio” del giorno resta comunque quello sugli “esodati”, che vede da una parte la Fornero e dall’altra l’Inps, corredato però da un codazzo che assomma quasi tutti i partiti, che, con posizioni diverse, giocano al tiro al bersaglio con la ministra del Welfare. Quasi tutti i Tg si limitano a riportare, senza sporcarsi troppo le mani, la semplice cronaca. Tg La7 è l’unico che tenta di andare un po’ più a fondo alla questione, presentando un servizio che, per lo meno, ricostruisce il casus belli, cerca di fare chiarezza sui reali numeri in gioco e mostra le possibili soluzioni future.

    Di nuovo affiorano le lame – seppur smussate – delle asce di guerra che qualcuno riteneva ormai sotterrate del conflitto tra Pdl e Pd che porterà nelle prossime ore la Camera ad approvare, obtorto collo, il ddl anticorruzione con tre consecutivi voti di fiducia. I Tg Mediaset continuano a coltivare la speranza del centrodestra che la legge possa essere modificata al Senato, mentre Tg3, Tg La 7 e Tg2 leggono questa procedura anomala del governo come il definitivo fallimento del ruolo politico istituzionale dei partiti. Altro tema di grande scontro è quello sulla Rai, dove il Tg3 è l’unico ad introdurre le possibili prossime mosse degli schieramenti sul fronte di battaglia per il Consiglio di Amministrazione.

    In ultimo vorremmo essere noi dell’Osservatorio ad incavolarci, magari supportati da qualche servizio dei Tg,  per le “leggiadre” parole di Cassano sugli omosessuali. Purtroppo a sostenerci è solo un breve servizio del Tg3, mentre tutti gli altri decidono, senza neanche un attimo di riflessione, che non si può sparare su Garibaldi, e quindi neanche sulla Nazionale italiana.

    Lorenzo Coletta

    Dati Auditel di lunedì 11 giugno 2012

    Tg1 – ore 13:30 3.452.000, 19,17% ore 20:00 4.967.000, 23,32%
    Tg2 – ore 13:00 2.892.000, 17,23% ore 20:30 2.213.000, 9,18%
    Tg3 – ore 14:30 1.576.000, 15,04% ore 19:00 1.689.000, 11,01%
    Tg5 – ore 13:00 3.644.000, 21,47% ore 20:00 4.302.000, 19,99%
    Studio Aperto – ore 12:25 2.545.000, 19,41% ore 18:30 798.000, 6,43%
    Tg4 – ore 11:30 565.000, 8,73% ore 19:00 875.000, 5,70%
    Tg La7 – ore 13:30 767.000, 4,26% ore 20:00 1.883.000, 8,67%.

    Fonte: www.tvblog.it

    jfdghjhthit45
    Postato da Osservatorio TG
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook