• Biografia
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    ilaria-cucchi-social Con una puntualità da fine impero che innamora, il dibattito pubblico sembra aver toccato le cime più alte sulla filmografia di Checco Zalone. In attesa di qualche analisi post-hegeliana che magari ci dimostri che tutto ciò che è reale e razionale, e viceversa, mi contento di intervenire sulle ultime vicende che hanno al loro centro …...
    renzi-banche L’anno che verrà ci dirà se il governo Renzi resisterà anche allo scandalo banche. A giudicare dalla versione pubblicitaria di fine anno del premier, a suo agio in un bioparco di gufi, civette ed allocchi, è ottimista. O forse è quasi costretto ad esserlo perché altrimenti si sfalderebbe il basamento di tutto il suo attivismo, …...
    renzi-telefono-675 L’espressione “nativi digitali”, coniata da uno scrittore americano, Prensky, all’inizio del terzo millennio, mi ha sempre lasciato un po’ freddino. Troppo burocratica, troppo scivolosa, troppo precisa nella sua vaghezza. Ma di recente l’ho messa praticamente alla prova ed è stato tutto diverso: frequento da qualche mese -ne ha dieci – un bambinetto vispissimo, allegro, solare …...
    renzi Dopo essere stati intortati per anni con “il pericolo del populismo”( rischio che esiste ma se denunciato da una classe dirigente che ha devastato il Paese è come il bue che dice cornuto all’asino…), adesso si tira un sospiro di sollievo perché il Front National è stato stoppato nel secondo turno, grazie alla desistenza socialista …...
    inquinamento Quando nacque questo giornale, ormai più di sei anni fa, ne parlai sul primo numero e in questa stessa rubrica: certamente mi felicitavo di una nuova fonte di informazione, ma auspicavo anche una levata di “nuovi lettori ” che oltre a sostenerlo acquistandolo ne consolidassero il tasso civico, non tanto e solo l’aspetto del quotidiano …...
    bastardi-islamici Nel trattamento mediatico riservato agli attentati di Parigi, trattamento ormai cruciale nell’intiera questione come dimostra perfino la versione onomastica Daesh invece che Isis, spicca all’inizio il titolo loro riservato da Libero,“Bastardi islamici”, che ha ovviamente suscitato una scia di polemiche. Sugli effetti negativi metagiornalistici si è già scritto abbastanza, sull’errore concettuale di tale titolo il …...
    angelino-alfano È già stato notato, anche su queste colonne, come il web sia stato invaso da balle e cialtronerie spaziali intorno alla tragedia di Parigi, e il virus abbia contagiato tutto il sistema mediatico, pare non solo in Italia. Ma rimaniamo a noi, ché mi pare già abbastanza. Non mi ricordo a memoria della mia generazione …...
    stadedefrance Massimiliano Natalucci è di Senigallia, ha 45 anni e questa particolare caratteristica: si trova nel momento più sbagliato nel posto più sbagliato del mondo, e la casistica ha anche tragicamente a che fare con il calcio. Quel calcio che venerdì sera, a Bruxelles, nello stadio ridedicato a Re Baldovino dopo essere stato ricostruito sulle ceneri …...
    Rose-Zehner.-Greve-chez-Citroen-1938-c-Willy-Ronis Ultimamente la cronaca politica ha riesumato con maggiore enfasi voci forti quali “destra” e “sinistra”. È successo per l’adunata di Bologna del trio Salvini-Berlusconi-Meloni e per la ditta “Sinistra italiana” di ex Pd e Sel neonata aRoma. Ma che cosa contengono queste due voci, che cosa significano oggi? Sono ancora idee-forza oppure si basano solo …...
    renzi-marino-m5s Non ci si annoia di sicuro sulle due sponde del Tevere, in particolare di questi tempi: ma mentre di là nello scontro tra buoni e cattivi parrebbe proprio di poter riconoscere i primi, identificati nella figura vestita di bianco, di qua il paesaggio è totalmente deformato e di buoni sembra proprio che non ce ne …...
    Pier Paolo Pasolini In vista del quarantennale della sua morte violenta, lunedì prossimo, Pier Paolo Pasolini è stato tirato fuori dai cassetti con largo anticipo in una profluvie di iniziative: si sa come avviene ormai nei media, bisogna bruciare i concorrenti sullo scatto di memoria e così tutto avviene prima. Si è detto e scritto più dell’assassinio del …...
    mafia-capitale Metti una sera a teatro con Antonio Mancini detto Nino ma prima, ai tempi della banda della Magliana, “Accattone”, e poi, nella traduzione cinematografica e televisiva di “Romanzo Criminale” che lui detesta, “Er Ricotta”, “sfregiato” ad arte dalla finzione. Criminale con omicidi alle spalle, undici anni di galera prima della palingenesi pratico-etica da pentito o …...
    marino-gabrielli-giubileo C’è davvero di tutto nella vicenda di Marino defenestrato dal Campidoglio, un tutto a cui certamente si aggiungerà via via dell’altro: ci aspetta un commissariamento, la battaglia delle primarie o facenti funzione, gli esiti politico-giudiziari di Mafia Capitale, ecc. ecc. Mi pare per certiversi persino troppo, tanto da farci perdere la trebisonda e confondere i …...
    Morto Henning Mankell, il giallista svedese "padre" dell'ispettore Wallander Muore un grande scrittore nel giorno in cui si perfeziona l’operazione “Mondazzoli” nella quale il Ministro all’apparenza competente vede “rischi per il delicato mercato dei libri”. Dunque per Franceschini, anche lui romanziere di giornata, il mercato dei libri è “delicato”. Quanto, delicato? Un poco, abbastanza, molto, in un Paese in cui (dati Istat del gennaio …...
    roberto-saviano Per rispondere delle zozzerie fatte in un albergo di Locarno, il famoso trio di scagnozzi canori che ha vinto a Sanremo riuniti ne “Il Volo” ha evocato la formula “tutta invidia”. E certo, loro imbrattano e noi, “invidiosi”, lo diciamo. Anche se può stupire il trio in questione deve aver visto su Repubblica Tv la …...
    rimpasto-giunta-marino Scriveva Tolstoj, tra molte altre cose, che “se vuoi essere universale devi parlare del tuo villaggio”. Proviamoci, parafrasando il villaggio nel quartiere a nord di Roma dove abito da un pezzo. Da dove cominciamo? Direi dal Papa, che ha detto che se i conventi si trasformano in alberghi è giusto che paghino le tasse. Che …...
    renzi-cernobbio La Costituzione se la vede brutta e anche antropologicamente, come fisionomia culturale, nessuno è più lontano da Renzi di Zagrebelsky. Nel frattempo, nel buco nero in cui è precipitata, la politica si affida agli epiteti zoomorfici, evocando liti da scuola elementare. Tutto ciò non si è però percepito più di tanto a Cernobbio, nell’ annuale …...
    Nunzia De Girolamo: "Torno in Forza Italia. E non ho paura del cerchio magico" Sempre intriganti, anche loro malgrado gli incontri del meeting di “Cielle”: il premier ruggente ad esempio ha detto che “l’Italia è in pausa da vent’anni per colpa di berlusconismo e di anti-berlusconismo”. Credo che di fondo abbia ragione, ma suggerisce anche almeno un paio di domande consequenziali. Innanzitutto lui dov’era in questi vent’anni, oltre a …...
    Matteo Renzi Dove ti volti senti quasi dappertutto parlare di tasse, per una generale lamentazione, tra papaveri e papere. E’ vero che un mesetto fa Renzi ha promesso un taglio fiscale di 50 miliardi nei prossimi 5 anni, ma – come dire – l’impegno ha suscitato un leggero scetticismo da parte delle opposizioni (dove prenderà i soldi?) …...
    renzi-telefono-675 Siamo un Paese che ha trasformato la politica in una lizza tra lacché renziani e gufi antirenziani nella quale al massimo combattono come “pupi” Staino e Cuperlo. Intanto tutti gli indicatori della realtà socioculturale (non soltanto economici) scolorano e le nuove generazioni sono a spasso. Così non è semplice mettere a fuoco un aspetto che …...
    Così twittava Matteo Renzi ai tempi della Leopolda La napoleonica campagna padronale di Renzi, per ora coronata dal successo, passa ora per la Rai. La rottamazione su cui 20 mesi fa aveva costruito la sua piattaforma si è rapidamente mutata in renzizzazione, una sorta di lottizzazione personalizzata ed estrema. “I partiti fuori dalla Rai”, l’urlo di battaglia che ricorre da una vita, si …...
    Antonello Soro, garante della privacy Spesso parlano a vuoto, a vanvera, a ricasco di una retorica per lo più grossolana. Eppure a volte dicono più di ciò che appare a una prima lettura. Prendete il Garante per la privacy, il politico Pd di lunghissimo corso Antonello Soro, intervenuto ripetutamente nel dibattito sulla legge-bavaglio che con una periodicità matematica torna di …...
    renzi-new-yorker Dopo i fuochi artificiali della “rivoluzione fiscale” e del “patto con gli italiani” (si sorride per non piangere), con pieno merito bisogna riconoscere al Premier il primato della pubblicità in Italia. Altro che Saatchi & Saatchi, l’advertising di stampo emozional-politico viene monopolizzato dalla Renzi & Renzi, la nuova agenzia con sede a Palazzo Chigi. Chiunque …...
    renzi-telefono-675 Ebbene sì, amo Il Foglio, settecentesco giornale d’élite se mai ve ne furono, amo la sua raffinatezza sia pure seminariale, amo soprattutto la sua capacità di giocare a squash con le notizie. Ma nella parte del muro. Scoppia lo scandalo “Mafia Capitale”e il reggente dei bastian contrari all’epoca ancora suo Direttore oltre che suo fondatore, …...
    gracia-eu Ma bene, finalmente è stato scoperto il colpevole di tutto questo gran casino all’europea: sono quei disgraziati di greci che nel 61% di votanti al referendum di domenica hanno detto no, no a “questa” Unione Europea fatta di sola finanza, no a dei creditori che hanno ridotto sul lastrico il loro Paese assediato ormai dalla …...
    bambini-migranti Lo sconcio pateracchio finanziario con la Grecia e il terrore sparso dall’Isis hanno momentaneamente rimosso dalle prime pagine la questione dei migranti. Il modo in cui è stato trattato sia il caso Tsipras che l’incubo del Califfato (che l’epocale migrazione mediterranea) dimostra un vuoto o perlomeno un grave deficit di politica da parte dell’Unione Europea, …...
    papa-francesco Ha cominciato Papa Francesco nella sua ultima enciclica. Ieri ha continuato con un testo pubblicato da “Repubblica” uno dei più importanti filosofi viventi, il tedesco Jurgen Habermas. Il Pontefice è stato chiarissimo: ha deprecato con forza “il salvataggio ad ogni costo delle banche, facendone pagare il prezzo alla popolazione, senza la ferma decisione di rivedere …...
    saviano-sentenza Come un redivivo Brecht di borgata (“Beato quel popolo che non ha bisogno di eroi né di Saviani”) sia pur rovesciato, temo che dovremo ringraziare ancora una volta Roberto Saviano per la sua straordinaria utilità sociale, culturale e politica. Me lo suggerisce il caso di ieri, ovverosia l’effetto mediatico della sentenza della Cassazione sulla vicenda …...
    ignazio-marino Vedere Ignazio Marino, mentre scrivo ancora Sindaco di Roma, fare il segno della “V” di vittoria nell’Aula Consiliare in risposta alle proteste del M5S che intonava “onestà!” e ne chiedeva le dimissioni, stringeva il cuore. Niente di più, niente di meglio, signor Sindaco, dopo tutto quello che sta accadendo sul piano giudiziario da sei mesi, …...
    renzi-al-bivio “Allegria! ”gli avrebbe tuonato il Signor Mike vent’anni fa a La Ruota della Fortuna per tirarlo un po’ su dopo l’esito del voto regionale. Hanno infatti un bel dire i suoi attendenti “abbiamo vinto 5-2, è quello che conta”, perché è naturalmente vero ma con dei risvolti che si sovrimprimono ai nudi numeri a partire dalla …...
    renzi-berlusconi Dalle urne di Spagna e Polonia giungono segnali di novità, sia pure molto diversi, con “Podemos” e l’euroscetticismo di Duda. Spuntano toccanti commenti di politologi affacciati sul versante estero tipo “la questione europea non è più solo quella economica, bensì quella politica”. Ah sì, ma davvero? Analisi magari tardiva, tanto da far rivoltare nella tomba …...
    renzi-berlusconi E’ vox se non populi o Dei almeno di molti osservatori che “se Berlusconi avesse fatto la metà di quello che sta facendo Renzi ci sarebbe stata una sollevazione”. Non so se sia del tutto vero, anche se sembra solare che il comportamento pubblico e mediatico dell’attuale premier ricalchi moltissimo modalità berlusconiane. L’ultima “gilettata” televisiva, …...
    salvini-casa-pound Le urne di domenica, i loro risultati e i commenti ai medesimi sono uno specchio dell’abisso democratico in cui stiamo precipitando. Non mi fermo alla lettura epidermica di Forza Italia polverizzata, di Salvini trionfante che dà del fascista a Renzi mentre si allea con CasaPound, del vicesegretario del Pd, Guerini, che dice “meno ciance, abbiamo …...
    renzi-italicum Per uno strano gioco del destino come sempre cinico e baro, tocca a Mattarella, ovvero il padre del Mattarellum del ’94 da cui è iniziato lo scamuffo maggioritario nostrano nonché membro della Consulta che bocciava il Porcellum nel gennaio 2014, il primo passo per il varo dell’Italicum, “rivoluzionaria” legge elettorale riformata a maggioranza. Magari mentre …...
    mia-madre-nanni-moretti Di fronte all’avanzata tambureggiante di Renzi e delle sue truppe cammellate sull’Italicum, alle scene in Parlamento, all’ipocrisia a tonnellate, alle minacce del Premier e alla palese deduzione che in realtà questa riforma della legge elettorale è solo un pretesto per misurare muscoli e aderenza dei glutei al seggio ma in realtà dell’Italicum non frega nulla …...
    naufragio-libia Ci mancava solo la querelle tra colleghi: vergogna, hai citato solo il sito di un giornale facendo intendere che tutto il vomito del web riguardasse quello, e basta. Invece è un vomito generalizzato, dove vai ne trovi orrendi schizzi tra siti, blog e social. Vero. Così di mari ce ne sono tre: quello fisico, il …...
    1992-serie-tv Questo è un Paese senza identità, lo si è detto e scritto (ma non ascoltato né letto abbastanza) in tutte le salse. E non possedere un’identità dipende dal non avere memoria di sé. Il tutto smaterializza il senso del futuro, come è sotto gli occhi di ogni italiano di buona volontà preoccupato per figli e …...
    3eventitraloro Sta avvenendo un fenomeno curioso, anche se non inedito: nella percezione mediatica la macroscopicità di un evento ne cancella o ne riduce la visibilità. Percepita, appunto. Prendo dal mazzo tre casi apparentemente del tutto slegati, ma in realtà confluenti in modo diverso nella stessa direzione: quasi un mago Silvan del sentire comune operasse perché il …...
    parlamento-montecitorio La notizia è che almeno mentre scrivo dopo il battagliero sindaco di Ischia non è stato arrestato nessun altro politico, di qualunque partito, o una qualsiasi persona strettamente legata alla politica. Si è vero, ai margini dei percorsi giudiziari così intrecciati con le vicende e le figure politiche resta nell’aria l’eco di un Rolex regalato …...
    sangiacomo Se “Mafia Capitale” non è solo il nome di un’indagine, se il sistema-Incalza ha dei confini ancora indefiniti, se insomma quotidianamente abbiamo a che fare con la palude della corruzione italiota, forse c’è spazio anche per un briciolo di memoria su una storiaccia ormai dimenticata. Magari ad arte. Sto parlando dell’ospedale San Giacomo, la cui …...
    matteo-renzi Si assiste, chi con devozione, chi con preoccupazione, al manifestarsi alla Camera del cosiddetto “partito della Nazione”, ossia il partito di Renzi. Scalfari evoca il rischio di una “democratura”, una sorta di democrazia dittatoriale, equivalente all’ingrosso a quella “dictamorbida” con cui vengono registrati i regimi latinoamericani più inclini al dialogo politico. E questo giornale non …...
    matteo-renzi A un anno di distanza dal suo “rude” insediamento a Palazzo Chigi a spese del mezze-maniche Enrico Letta, al premier capita “l’incidente di Arezzo”, l’uso (abuso) di un elicottero “blu” per trasferirsi da Firenze a Roma. È un episodio capitale per misurare l’impatto che Matteo Renzi ha avuto e potrebbe avere sul Paese e non …...
    soldi L’evasione fiscale va molto di moda da noi, come è noto. Dilata spaventosamente il buco nero del nostro debito pubblico e inficia la normalità accettabile della nostra quotidianità. Va di moda molto meno la lotta a essa. Memorabili del resto sono rimaste le esternazioni di un ministro in carica, l’affabile senatore Cesare Previti, con il …...
    Libia, l'abbraccio dei parenti degli italiani rimpatriati In attesa che qualcuno finalmente ci spieghi con chiarezza “chi e che cosa sono gli italiani”, possiamo appiccicarci le decalcomanie di fifoni e menefreghisti. Fifoni se rivolti a ciò che succede fuori dai nostri confini, menefreghisti per gli sviluppi della nostra vita politico-istituzionale. Sto parlando del pericolo Isis: dove ti giri, dal colto all’inclita, dal …...
    incidente-bus-irpinia All’inaugurazione dell’anno giudiziario la Corte dei conti ci è andata giù pesante: “Dalla corruzione effetti devastanti sulla crescita”. Come darle torto in un Paese tanto corrotto? E ancora: “Il pericolo più serio per la collettività è una rassegnata assuefazione al malaffare, visto come un male senza rimedi”. Chi avrebbe saputo dir meglio, e per giunta …...
    lettera-beppe-grillo-mattarella Come spesso, la nota più incisiva intorno all’insediamento quirinalizio di Mattarella è venuta da Beppe Grillo. Nella lettera inviata al Colle, mentre Berlusconi faceva la sua solita parte di scadente capocomico di provincia, l’ex comico “vero” manifesta vari auspici al neopresidente, a partire dall’esortazione a non firmare leggi incostituzionali. Perché è il punto più importante? …...
    Alexis Tsipras Altro che “una faccia una razza” come hanno sempre detto i greci agli italiani che mettevano piede sulla loro terra. Formula di ampio respiro antropo-culturale tradotta oggi in una sorta di “vengo anch’io” da parte della sinistra (?!?) italiota dopo la vittoria di Syriza ad Atene. Così come fa sorridere chi da noi storce il …...
    Chi "è stato" il prossimo Presidente della Repubblica? Premesso che agli italiani sembra davvero importare poco questa corsa per il Quirinale, una sorta di calciomercato di risulta per vecchi marpioni e nuove (!?!) proposte mentre i numeri economici proseguono il loro precipizio, invece che la solita critica a raso vorrei fare una proposta “costruttiva”. Se fossi il direttore di un tg meglio se …...
    napolitano Ci vuole un fisico bestiale, cantava con enfasi Luca Carboni… ma anche delle menti particolari, aggiungerei io, almeno per dare vita alla diffusa sceneggiata in corso nel Paese, a spese di un’opinione pubblica polverizzata e grazie a un concorso mediatico di fronte al quale non sai se ridere o piangere. Prendiamo il presidente uscente, proprio …...
    renzi-berlusconi Non è facile scrivere di Renzi in un certo modo, e questo giornale lo ricorda quotidianamente, fino alla noia… Non è facile anche perché oltre alle ragioni di corte (mediatica), adesso ci si mette pure l’illustre Financial Times: sostengono in quelle contrade tipografiche che “Matteo Renzi è l’ultima speranza per la classe dirigente italiana”, dal …...
    elisabetta-catalano Una volta per celia mi disse “ho fatto diventare bello perfino Umberto Eco”. Per celia, perché in realtà Elisabetta Catalano, scomparsa settantenne due giorni fa a Roma, puntava il suo obiettivo sull’essere, non sul far sembrare. Curioso, ai confini del paradosso, un fotografo che cercava l’essere in una realtà umana ormai fondamentalmente basata sull’apparire. Poi …...
    napolitano_ Tra qualche ora Giorgio Napolitano diffonderà il suo nono e ultimo discorso di Capodanno alla Nazione. Poi, questione di giorni, abdicherà dal secondo mandato smozzicato. Nel frattempo l’habitat politico da Renzi in giù rimugina pubblicamente che “ci vorrebbe un Pertini”, con la stessa scioltezza con cui c’è chi dice (cfr. Sposetti, ex tesoriere comunista e …...
    renzi-europee Caro Renzi, confesso di aver a lungo esitato tra Lei e i due Presidenti delle Camere come destinatari di questa letterina natalizia: ma l’ho vista così deciso in tv con i bambini e con tutti gli altri che mi è parso urgente rivolgermi proprio a Lei, perché faccia qualcosa di pubblico nei confronti di Grasso …...
    renzi-malago Avendo conosciuto piuttosto bene Giulio Onesti, il più importante presidente del Coni del dopoguerra, posso immaginare senza sforzo che cosa penserebbe del duo Renzi-Malagò a proposito della candidatura di Roma olimpica 2014. Intanto ne sorriderebbe dietro i baffi, con quello spirito andreottiano applicato che non gli faceva sbagliare le battute teatrali sul palcoscenico italiano. Poi …...
    ferrara Qualche giorno fa, a tiepido sullo scandalo di Mafia Capitale, sul giornale da lui diretto Giuliano Ferrara ha esternato. A lungo. L’articolo si intitolava “La Corleone dei cravattari”. Una bella articolessa, contro il “pensiero unico” della cronaca dei media secondo lo stile quasi sempre inutile dell’amato Falstaff de’ noantri: articolessa sbagliata, per almeno tre ordini …...
    renzi-europee Giorni fa, inaugurando l’Anno Accademico della Scuola di Polizia Tributaria della Gdf, il presidente del Consiglio nel suo solito modo spiccio ed efficace, diciamo guascone, ha dichiarato guerra ai “furbi”. Sarebbe finito finalmente il loro tempo, ha detto, equiparando in sostanza la furbizia all’illegalità. Pesa come una montagna sull’etica comportamentale e il debito pubblico del …...
    renzi-salvini Raramente capita alla politica, specie a “questa” politica, di dire una parola definitiva sulla situazione, tenendo sempre conto che soprattutto in politica le parole sono degli autentici massi. Anche se fanno a gara a farli sembrare palloncini gonfiati. È successo nel commento all’andamento delle ultime elezioni in Emilia-Romagna e in Calabria da parte del premier: …...
    Paola Taverna (M5S) Due giorni fa, mentre il presidente di Confindustria Squinzi notava con indiscutibile acume che “le tensioni sociali sono un segnale d’allarme da affrontare”, contemporaneamente la senatrice del M5S Paola Taverna veniva respinta con perdite dal Bounty di Tor Sapienza contro il centro per i rifugiati. La cosa più stupefacente di tale respingimento era però lo …...
    italicum Si ripete in continuazione che l’avversione alla politica produce un’opinione pubblica, peraltro slabbratissima, straincazzata che non distingue più e rischia di travolgere tutto. C’è un Bounty generale, un ammutinamento della realtà contro la classe governativa nel suo complesso, anche se ci si trastulla con i sondaggi pro-Renzi. Proviamo allora anche rozzamente a sgomitolare il filo …...
    Brittany Maynard C’è una parola che mi colpisce particolarmente, tra quelle pronunciate dal presidente della Pontificia Accademia per la vita, Monsignor Carrasco De Paula, sul suicidio assistito della giovane americana Brittany Maynard: dignità. Testualmente, nella dichiarazione che ha rilasciato il responsabile vaticano per la bioetica, “la dignità è un’altra cosa che mettere fine alla propria vita”. Ecco, …...
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio