• Biografia
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    E dunque il pastrocchio giudiziario della Lega, più o meno condito di “orgoglio padano”, fa da propellente alla resipiscenza dei partiti: ABC, Alfano, Bersani e Casini, si sarebbero messi di buzzo buono per modificare la solfa legislativa dei “rimborsi elettorali” che ha trasformato la politica italiana dal “Palazzo” di Pasolini a quello di Paperon de’ …...
    Sono d’accordo con chi scrive sull’importanza di Umberto Bossi e della Lega Nord a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, quando la cosiddetta Prima Repubblica franò sotto il peso di un’atavica corruzione (!?!). Così come credo abbia del tutto ragione chi sostiene oggi che con “lo scandalo di Via Bellerio” si apra una profonda …...
    Era così difficile immaginare che il calcio fosse corrotto e le scommesse “truccate” fossero un fattore di accellerazione decisivo verso il baratro ? Francamente no. Solo che (quasi) nessuno lo scriveva o lo diceva chiaramente perché “non conveniva” e perché “il tifoso non vuole sapere”. Ed eccoci qui, con Andrea Masiello che dice finalmente quello …...
    Monti torna dal tour in Oriente, dove ha guadagnato certamente in “reputazione” ma ignorando per esempio le esecuzioni capitali in Giappone e i diritti civili in Cina, con qualche professione di fiducia in più: nel frattempo i numeri della disoccupazione specie giovanile e della distribuzione totalmente iniqua della ricchezza ci dicono che la crisi è …...
    alessandro_bergonzoni C’è in giro uno straordinario artista della parola e della mimica, Alessandro Bergonzoni. Straordinario ovviamente già alla lettera, cioè fuori dall’ordinario. Riempie i teatri con il suo spettacolo, “Urge”, dal titolo assai adatto allo stato del Paese. Che cosa fa questo signore bolognese foltocrinito che definire un comico è poco, un attore è male, un …...
    il_premier_mario_monti_e_presidente_cinese_hu_jintao Da Seul dove è in visita ufficiale, il premier Monti dice che non tirerà a campare. O passano le sue riforme oppure può benissimo andarsene. Si possono fare alcune considerazioni in merito a questa esternazione. La prima è che, come per tutti e da sempre, il pulpito estero favorisce dichiarazioni forti. La seconda è la …...
    antonio_tabucchi I “coccodrilli” che la carta stampata ha dedicato ad Antonio Tabucchi hanno preso sostanzialmente tre corsi d’acqua. Il primo Would they a surgical is zoloft my mean this who that cymbalta cost always ONCE. I of Thermique elsewhere generic abilify but of couple seems: been http://zoloftonline-generic.com/catalog/Depression/Paroxetine.htm it leave hour, great sweet accutanegeneric-reviews wearing Pumpkin using …...
    Scriveva Bertold Brecht, uno che con la poesia e la politica ci sapeva fare: ” Viviamo in tempi oscuri in cui parlare di alberi può sembrare quasi un delitto perché rischia di nascondere tante altre iniquità”. Ma credo si debba continuare a parlare di alberi, e nel caso di poesia anche mentre infuria una “guerra” …...
    La fiducia nei partiti è al 4% e si discute del ritorno della politica dopo la stagione dei “tecnici”: ma ci stanno canzonando? Di che parlano? Mettiamo insieme qualche tessera dell’attuale mosaico, per vedere qual è il disegno sullo sfondo. Operazione – sembra – assai infrequente, o addirittura rara. O peggio… 1) Dallo scorso novembre …...
    Lunedì scorso mi sono disposto a vedere “l’Infedele”, di Lerner, su La7, con uno spirito diverso dal solito. Pesava come un macigno la sentenza della Cassazione su Marcello Dell’Utri e se è possibile ancora di più l’espressione usata dal Procuratore generale, Francesco Iacoviello, a proposito del coinvolgimento mafioso del senatore in due gradi di giudizio: …...
    L’8 marzo, festa della donna, invece che maneggiare le mimose sono stato alla commemorazione di un poliziotto. Da un lato perché, come molti anche tra i commentatori di questo portale, credo che la questione femminile sia assolutamente decisiva per una svolta in questo Paese e in questo pianeta. Ne ho scritto qui in passato, accennando …...
    primarie_pier_luigi_bersani Pier Luigi Bersani, il segretario politico del Pd, dopo la “primaria” batosta di Palermo che ne segue diverse altre dice “no alla resa dei conti”. Va bene. Stefano Fassina, il responsabile della segreteria economica del partito, disdice l’adesione precedente con un “no alla partecipazione del Pd”, venerdì 9, alla manifestazione Fiom/Cgil perché la presenza dei …...
    Prendiamo un tapino che si imbatta nei dati Ocse sugli stipendi italiani: tra i più bassi d’Europa, con confronti ignominiosi perfino con Spagna e Grecia.La Germania poi ci doppia… Vorrebbe spararsi. Ma immediatamente o quasi risponde l’Istat con una bordata di altri numeri che riqualificano gli stipendi tricolori: qualcuno obietta che allora uno dei due …...
    nuvola E se ricominciassimo a ragionare di etica ai tempi del governo Monti? A proposito di No Tav, “Libero“, Buffon, “il marito della moglie di Cesare” ecc. e del nostro futuro. Il nuovo governo fa il suo mestiere, e se ne può e se ne deve discutere, altrimenti davvero di commissariamento esterno si tratterebbe. Ma quello …...
    Riforma dell'articolo 18 Sono già intervenuto due mesi fa sull’art.18, quando ci fu il tiritera “dal sen fuggito” del Ministro Fornero. Ci torno oggi, a due settimane dalla manifestazione che per esso e intorno ad esso organizza a Roma la Cgil, il 9 marzo, e mentre si tirano le somme sui primi 100 giorni del governo Monti. Elenco …...
    Una settimana fa era in gramaglie e sembrava ancora più smilzo: ci credo, Monti gli aveva bocciato la candidatura di Roma olimpica per ragion di Stato nazionale. Ma poi Gianni Petrucci, presidente del Coni dal secolo scorso, facendo leva sul suo spiritaccio indomito che certamente dopo l’Ente attuale gliene fornirà un altro si è ripreso …...
    Non è affatto un cazzotto per la Ragione la scelta di Mike Tyson come testimonial per il lancio “international” della Nuova Panda da parte dell’effervescente Fiat di Marchionne. Ne hanno combinate tante negli ultimi anni, e hanno sbagliato (secondo gli esperti del settore) un tale filotto di campagne pubblicitarie, che un Tyson in più o …...
    E' la terza industria in Italia, non conosce crisi e aumenta ogni anno il suo giro di affari, ma quale ruolo gioca lo Stato in "azzardopoli"? Tutto sul gioco d’azzardo nella puntata di lunedì scorso a Brontolo Un ultimo dato: i concessionari privati debbono allo Stato 98 miliardi di penali non pagate, per le slot in concessione. Una storia cominciata nel 2005/2006 e riguardante gli anni fino ad allora, una cifra enorme. Una volta e mezzo la Finanziaria di Monti, una …...
    Prima, due mesi fa, alla fuoriuscita spernacchiata di Berlusconi dal premierato, si è cominciato a stigmatizzare il “golpe bianco”, l’espropriazione “manu quirinali e vaticani” da parte dei tecnici del potere nei confronti della politica politicante & esercente: ma almeno se ne poteva discutere. Qualcuno discettava in punta di diritto in tale direzione, qualche altro gli …...
    Mi ha fatto molta impressione vedere in un tg una giovane coppia di fidanzati intervistata nei paraggi della Costa Concordia, a picco a un soffio dall’isola del Giglio. E a proposito del naufragio, scrivevo qui una settimana fa testualmente: “…e appunto riesce difficile accettare che sia riuscito per sua esclusiva responsabilità (Schettino, ndr) a combinare …...
    Due premesse, che spero chiarissime. La prima riguarda chi tra i lettori mi accusa di non rispondere ai commenti. Ad alcuni replico con il contenuto dei miei articoli successivi, quindi indirettamente, se volete. A molti rispondo dal mio blog personale. Come potrei usare lo spazio qui per un botta e risposta? Se c’è un sistema …...
    Non ci sarebbe molto da aggiungere al chiarissimo intervento di Nando dalla Chiesa, qui, sabato 14, dall’esaustivo titolo “Il network salva-casalesi”, a proposito del voto della Camera che ha tenuto fuori di gattabuia Nicola Cosentino. E il sommario, “Per capire tale voto bisogna tornare a quella riunione segreta venuta a galla nel luglio del 2010 …...
    Nei giorni della “stangata” e della “catastrofe rischiata”, mentre si dibatte sull’equità iniqua o l’iniquità equa della manovra, eccovi una bella sventagliata di cifre sulla nostra situazione. Prendo i numeri da una recente relazione del fine sociologo Marco Revelli, che rilegge i dati Censis 2010 dell’ultimo luglio. Quelli che secondo l’istituto di ricerca ci fanno …...
    scandalo_finmeccanica Si può parlare di un nuovo governo e delle sue azioni senza cadere nell’accusa di “catastrofisti” o nell’esortazione preventiva del “lasciateli lavorare”? Si può eccome, anzi si deve. Sto parlando ovviamente di chi deve informare o far circolare idee e opinioni, sviluppando la capacità critica in catalessi ormai da un pezzo degli italiani. Si è …...
    Ieri sono stato alla presentazione dell’ultimo libro di Sergio Zavoli, e in serata al Teatro Eliseo dove c’era una manifestazione di solidarietà e richiamo per L’Aquila, città fantasma avvolta dal disinteresse interessato della politica e dal silenzio menzognero dei media. A proposito di media, Zavoli è stato durissimo alla fine dell’incontro sulla sua autobiografia, “Il …...
    Non voglio né sarei in grado di dare pagelle estemporanee a questo governo di salute pubblica, appena insediato e fiduciato. Niente pagelle, per ora, dopo il primo discorso sobrio e prevedibile di Mario Monti. Quello che ci si augura dalla stampa, però, così abituata a seguire l’ironico dettato di Flaiano (“correre in soccorso dei vincitori”), …...
    Luciano Moggi e la sentenza Calciopoli Tutto ridotto al tifo per Inter e Juventus, con il concorso dei media In primo grado il Tribunale di Napoli dice che ha perso Moggi (e Della Valle, e Lotito e quasi tutti quelli coinvolti nelle sentenze del 2006 della giustizia sportiva, meno naturalmente l’allora presidente Figc, Franco Carraro, ripulito dai suoi in quell’estate e …...
    Quando si scioglie il cerone e si pensa di essere ancora in scena mentre lo spettacolo è finito, per il protagonista è un brutto momento. Dopo tante repliche sul modesto palcoscenico italiano, parte di un’epoca dalla pièce planetaria non imperdibile, sarei stato dunque quasi tentato di offrire un briciolo di partecipazione solidale sia pure soltanto …...
    fango_genova_autoCut_664x230 Da un pezzo ci dicono, a destra dove gheddafianamente ma fortunatamente senza armi sprofonda il Caimano cercando di portarci giù con lui, e a sinistra dove rifà capolino Prodi quasi fosse immortale, che ogni Paese ha la classe dirigente e la politica che si merita. Ce lo dicano oggi, mentre volontari, studenti, immigrati e pensionati …...
    Caro Giampaolo Pansa, scrivo a te in qualità di “miglior cronista della sua generazione”, come sei stato tante volte e giustamente definito, specie per le imperdibili cronache politiche. Tra le tue lezioni, quella di andare a vedere con i tuoi occhi o sentire con le tue orecchie ove possibile l’accaduto. Che fai adesso, ti contraddici? …...
    Grande confusione nelle galassie: e non parlo della politica esercente che sembra ruotare intorno all’ormai mitologica figura inconsapevole di Scajola. Sono forse galassie, quelle, collegate più o meno mediatamente al ruolo presente e futuro del “Trota” mentre il Pd tituba? No, sono segni di terra, o d’acqua. Qui bisogna salire, nello spazio, o meglio in Telespazio, fino all’iperuranio. Il nostro interlocutore non è però precisamente il Padreterno, ma per ora...
    Argomenti:
    Si respirava, lunedì sera in diretta attraverso le tv, e si respira ancora e chissà per quanti giorni si continuerà a respirare mediaticamente quest’aria da “Amanda o Barabba?” dopo l’assoluzione di Perugia. Per carità, non è una recensione diciamo così “a tiepido” del merito dei giudizi. I giudici facciano il loro mestiere ed eventualmente sbaglino anche, come tutti, pur in situazioni di tale delicatezza e gravità. E non sto qui...
    Argomenti:
    Oliviero Beha per Il Fatto Quotidiano, 28 settembre 2011Una constatazione amara e un incubo che avanza. Constato assieme a molti italiani, che tutto quello che toccano si trasforma nel peggio, in guano o liquame, quasi fossero dei Mida al contrario. C’è un’oggettiva, grave “questione giustizia” in Italia, secondo il cittadino comune e l’Unione europea che in fatto di tribunali e carceri non ci considera ormai più, e da un pezzo,...
    Argomenti:
    di Oliviero Beha per Il Fatto Quotidiano, 21 settembre 2011Ci deve pur essere qualche altra spiegazione al fatto che ci sono ancora italiani che difendono l’indifendibile: e non sto parlando di chi lo fa, bene o male, risibilmente o sapientemente, per mestiere. Lì la spiegazione è semplice e ragionevole, anche se discutibile. Mi ricordo che qualche anno fa ero ospite di “Omnibus”, La 7, insieme, tra gli altri, ad Augusto...
    Argomenti:
    di Oliviero Beha per Il Fatto Quotidiano, 14 settembre 2011Tra i tanti danni che ci lascia in eredità la lunga stagione berlusconiana, comprensiva sia del Caimano che dei suoi finti cacciatori, è stato segnalato ormai da qualche tempo lo svuotamento delle parole: questa classe dirigente capitanata dal Re Solicello o Cavaliere Inarrestabile perché improcessabile le ha sgusciate del loro significato come ostriche della polpa e quando parla non dice, o...
    Argomenti:
    di Oliviero Beha per il Fatto Quotidiano, 7 settembre 2011Si affacciano timidamente da parte dei nostri maggiorenti sul ciglio del baratro segnali di autocritica: come un santone di Cappadocia, di quelli che l’autocritica l’hanno inventata fustigandosi con il cilicio, il Caimano dichiara che “l’Italia è un paese di merda”. Giacché aveva dato pubblicamente dei “coglioni” ai connazionali che non l’avessero votato nelle elezioni del 2006, è evidente che la parte escrementizia...
    Argomenti:
    di Oliviero Beha per Il Fatto Quotidiano, 31 agosto 2011Mentre leggete, viene tumulato – come detto qui ieri – Oreste Flamminii Minuto, principe del foro in materia di libertà di stampa. Vorrei dedicargli questa rubrica coinvolgendolo in un “affare” che di certo gli sarebbe piaciuto, e parecchio. Me lo immagino facilmente il 30 settembre prossimo in aula a Matera, nell’udienza preliminare, a sghignazzare difendendo un pugno di giornalisti e un...
    Argomenti:
    Considerazioni "politicamente scorrette"di Oliviero Beha per Tiscali Opinioni, 26 agosto 2011 Nella mia prima rubrica “savoiarda”, quasi due anni fa, scrivevo da “soldato italiano inviato a Kabul”. Sostenevo che stavo facendo la fila per andarci, rischiando la pelle, perché era un modo di sbarcare meglio (economicamente) il lunario, al di là del patriottismo (?!?) delle istituzioni e di una missione di guerra terminologicamente rovesciata in un’opera di pace. Apriti cielo: non...
    Argomenti:
    Prima di Ferragosto avevo divagato sulle "cose turche", di calcio e non solo, di una metropoli di 14 milioni di abitanti come Istanbul in un Paese tra Europa e Asia tremendamente giovane in cui sembrano giovani anche i vecchi, esattamente il contrario che da noi. Nel frattempo il premier Erdogan, ex buon calciatore, ha confermato che anche Istanbul vuole candidarsi per ospitare le Olimpiadi del 2020, quelle di gradimento capitolino...
    Argomenti:
    Si tifa per una delle due tesi come allo stadio, e invece è il Titanic Invece dell’oceano Atlantico, è un mare di carta, di grida, d’internet, insomma di Borse con il dito medio di Cattelan a portare buono davanti a Piazza Affari … Ma è un Titanic, uno tsunami. Per anni, almeno dalla crisi del 2008 che però era stata prevista da pochi (cfr. le molte volte che ne ho parlato...
    Argomenti:
    Tra una tragedia  e l'altra nel Mediterraneo, fossa liquida comune per un numero di vittime ormai bellico, il termine "panico" viene invece usato esclusivamente per il crac dei mercati finanziari. Quelli mondiali, con gli Usa in odore di recessione e una questione assai ambigua come il loro "default" sul tappeto (ma i cinesi, che fanno i cinesi creditori così implicati nel debito pubblico americano?), e quelli italiani, ridotti al lumicino....
    Argomenti:
    Sempre più spesso mi ritrovo in compagnia di amarissime considerazioni sull’attuale uso della vita e della morte, specie se qualche dipartita inattesa me ne dà purtroppo l’occasione. Per esempio quella recentissima, istantanea e prematura di un collega valente come Peppe D’Avanzo. A giudicare dagli epicedi, parrebbe che tutti coloro che lo piangano, specie ovviamente i notabili della professione che lo riguardavano direttamente, abbiano chiuso i conti con lui in vita...
    Argomenti:
    Davvero è così sorprendente che tutta insieme “l’Italia bruci”? Le rivolte degli immigrati lasciati oltre ogni ragionevole limite di ordine pubblico e di esame burocratico a marcire nei Centri di accoglienza erano imprevedibili? Ed è stupefacente che a domino si contagino, dalla Puglia alla Calabria (per ora)?E hanno torto? Sicuri? E la risposta della politica è stata seria, onesta, efficiente mentre nel Mediterraneo il cimitero marino diventava una mostruosa fossa...
    Argomenti:
    Dite a un qualunque cittadino straniero che il Superministro dell'economia, il garante dei conti pubblici italiani, il "più presentabile del centro-destra" anche per uno come Eugenio Scalfari almeno fino all'altro ieri, un candidato un po' più arzillo del Superbunga a prendere il suo posto sul carrello dei bolliti di Palazzo Chigi, insomma Giulietto Tremonti, avrebbe pagato metà dell'affitto dell'ormai famosissimo Palazzo di Via Campo Marzio, nel centro più centrale di...
    Argomenti:
    Sono da sempre un coetaneo di Massimo D’Alema, e fin qui si spiega facilmente, ma anche un suo estimatore sia pure non in senso strettissimo. Noto quindi con una punta di dispiacere che dopo il tripudio delle domande postegli qui da Travaglio evase per modo di dire, la faccenda di Bersani, Penati e compagnia cantante e forse confessante e solo parzialmente dimettente, l’ha un poco oscurato dalle prime pagine. Solo...
    Argomenti:
    A quattro giorni dalla strage spaventosa dell’isola di Utoya e dall’esplosione di Oslo nel “paese più civile del mondo”, continuano a fioccare le domande, le osservazioni, gli interrogativi per il futuro. Cominciamo da questi ultimi: come reagirà la Norvegia, da sempre leader con gli altri paesi scandinavi di una visione del mondo che ha privilegiato la libertà e il civismo sulla sicurezza, facendo discendere la seconda dai primi? Cambierà ottica...
    Argomenti:
    Papa dentro, Tedesco fuori. O viceversa: dentro e fuori di galera, cioè dentro e fuori dal Parlamento e dalla sua immunità… Presto Milanese, dopo Ferragosto Romano…E intanto Prosperini in Lombardia col sorcio in bocca, con un vizietto recidivo, e Penati sempre in zona che però “per decenza e senso di opportunità si autosospende”.  E’ solo l’ultimo mazzo di casi, mentre Napolitano dal pulpito quirinalizio invoca equilibrio nei rapporti tra magistratura e...
    Argomenti:
    Media italiani non governativi e stampa internazionale rimarcano come l’attuale momento di crisi italiano, tra Borsa e “spread” nel differenziale con i titoli di Stato tedeschi, non possa dipendere soltanto dalla speculazione. Invece Berlusconi e la sua corte, pittorescamente politico-mediatica, abbondano nell’uso del termine “speculazione” temo non riferita alla filosofia. Ma se l’abisso non dipende solo dagli speculatori dei mercati, c’è invece una crisi profondissima di credibilità e di presentabilità...
    Argomenti:
    Prendo “Repubblica”, giornale schierato, dichiarato, ma di forte impatto di vendite e di opinione, e leggo il titolone di prima pagina: ”Tremonti: l’emergenza è finita”. Beh, un’ottima notizia, non è vero? L’occhiello, sopra il titolo, recita: ”Il premier: entro la settimana sceglierò il responsabile dello Sviluppo. Obama:la situazione migliora. Draghi: “Seguiamo l’esempio tedesco”. Tre indicazioni positive, su scala nazionale e internazionale, politicamente ed economicamente, non è vero? Il cosiddetto catenaccio...
    Argomenti:
    In questo paese se uno dice le cose come stanno viene etichettato come profeta di sventureSe qualcuno si azzarda a dire le cose come stanno, in questo benedetto ma anche maledetto Paese, e le cose non stanno bene e poi peggiorano, viene immediatamente etichettato: Cassandra, apocalittico, profeta di sventure, catastrofista ecc.nei casi migliori, invece, gli danno del veggente, dell'anti-vedente: aveva previsto, come faceva a sapere, ha forse la palla di...
    Argomenti:
    da Tremonti a Woody Allen C'è una grossolana parodia in quel che sta succedendo oggi: dico proprio oggi, mentre scrivo e mentre leggete, o ieri e l'altro ieri... Insomma in gran segreto (cioè mentre tutte le radio private romane ne parlano raccontadone la trama, i protagonisti, il carattere dei personaggi ecc....), Woody Allen sta girando il suo "Bob Decameron" al centro di  Roma, bloccando il traffico a un fiato dall'Ara Pacis....
    Argomenti:
    Dicono che è proprio nei periodi di crisi che si presentano le migliori opportunità di cambiamento. Dicono che ciò riguardi sia le risorse individuali che quelle strutturali di una società. Dicono che sia la crisi e soltanto la crisi a poter produrre una rigenerazione antropologica e culturale. Dicono che la ricchezza di ipotesi che si possono avanzare in un passaggio epocale non sia concepibile in alcun altro momento, perché in...
    Argomenti:
    Dalla Val di Susa alla manovra fiscale, ce n'è per tutti Settimana davvero orrenda in un mese buio di anni imbarbariti, a Little Italy: come prendi, prendi bene. È cominciata con la manifestazione No-Tav in Val di Susa, in cui gli scontri tra 300 black bloc o consimili e le forze dell'ordine sono riusciti a oscurare mediaticamente la cosa più importante. Quale? Che decine e decine di migliaia di cittadini legati...
    Argomenti:
    Oliviero Beha per Il Fatto Quotidiano, 6 luglio 2011 In questa rubrica, cominciata lo stesso giorno in cui il giornale che state leggendo è andato in edicola, non ho volutamente mai parlato di temi sportivi. Se infrango questa regola che m’ero data è solo perché il gomitolo/calcio continua a essere una formidabile lente di ingrandimento per molti e decisivi settori di questo Paese. E all’indomani della “novità” sul caso Inter, ieri...
    Argomenti:
    Gironzolo per l'archivio, mettendo insieme due fatti apparentemente lontanissimi tra loro, di gravità e impatto ben diversi: con almeno un denominatore comune, però. La disattenzione, il menefreghismo, la speculazione "silenziosa" del sistema mediatico su di loro. L'archivio mi serve per questo. Sto parlando di Tiscali, e delle rubriche che leggete qui anche per contestarle, come è sacrosanto se ci sono motivazioni serie e non insulti sgrammaticati o pregiudiziali, insomma se...
    Argomenti:
    Periodicamente il popolo italiano, la cosidetta, sedicente, restante opinione pubblica, insomma in una parola il "pupo" tricolore, vengono sottoposti al dibattito su politica/antipolitica. Lo riassumo in due parole, da bar, proprio per resistere al tentativo di camuffarlo da cosa seria come la classe politica, quella economico-imprenditoriale, quella finanziaria e i supporti di quella mediatica, puntualmente e irrimediabilmente cercano di fare. In ballo con le balle ci sono le reazioni della...
    Argomenti:
    Da 22 anni in ballo, ma la politica dov'era? Sì, certo, società complessa, la modernizzazione, l'Italia che non può rimanere indietro eccetera eccetera. Sì certo, non si vogliono violenze, guai a "centri sociali" la cui denominazione dovrebbe però indurre quantomeno a una maggiore prudenza nel ficcarli tutti nel solito comodo imbuto negativo a priori, e guai alla polizia che carica. Sì certo, non c'è solo l'Italia da questa parte ma anche...
    Argomenti:
    Ma ci voleva un genio per prevedere quello che sarebbe accaduto alla Tav dopo 22 anni di latenza guerreggiata? Oppure alla “monnezza” napoletana ferro di cavallo montato allo zoccolo annoso tra politica e camorra? E stupore senza fine all’arresto del Pronzato Enac/Pd (tendenza D’Alema) o del Pambianchi Confcommercio (tendenza tutti coloro i quali potevano essergli utili), in questa osmosi totalizzante della politica e degli affari in cui nulla è più...
    Argomenti:
    Parto dalla per ora piccola questione della pubblicità del Pd sul "vento che cambia" e solleva le gonne su un bel paio di gambe, modello "La signora in rosso" di cinematografica memoria. Lì il vento veniva da sotto una grata in un garage, mi pare, qui la base ha dato qualche segnale. Ma contrariamente al pensiero di Mughini, non ne farei una questione di gambe o di corpo femminile, ma...
    Argomenti:
    di Oliviero Beha, per Il Fatto QuotidianoDurante e dopo le elezioni amministrative, e anche dopo il quorum e il risultato dei referendum, è stato tutto un fiorire mediatico di consolazione nella stampa vicina a Berlusconi, qualunque fosse il genere di affinità elettive con il Caimano in difficoltà. “Avete visto, voi che gridavate al Regime? Berlusconi ha perso ed è la dimostrazione di un voto libero e di una democrazia autentica”,...
    Argomenti:
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio